Ricerca personalizzata
 
 
 
 

Guida Turistica Riga

 


GUIDA TURISTICA - Riga, geograficamente quella di mezzo fra le tre Repubbliche baltiche - ha assunto un ruolo preminente nella regione fin dal XIII secolo, quando la città era quartier generale dell'Ordine Teutonico. La sua prima menzione storica, che ne indica come fondatore un vescovo di Brema, data al 1201; la concessione dei diritti di città, al 1223; l'adesione alla Hansa, la lega mercantile anseatica che avrebbe consociato oltre 70 città portuali tedesche e baltiche, al 1282. Successivamente annessa alla Polonia (1561), alla Svezia (1621) e alla Russia (1721), Riga ha mantenuto il ruolo di centro politico della nazione anche durante il periodo dell'indipendenza tra le due guerre mondiali. La città odierna, una quindicina di chilometri all'interno della foce della Dvina Occidentale (Daugava), conta circa 900 000 abitanti su un'area di oltre 200 km2, e il grande porto sì sviluppa per 36 km di banchine. Tre ponti attraversano il fiume, largo fino a 300 m e oltre.
La città storica è sorta sulla riva destra, tra il corso della Dvina Occidentale e un canale ad andamento semicircolare che faceva da fossato alle fortificazioni. Il castello trecentesco non immune da pesanti restauri ospita musei di storia, d'arte (pittura tedesca e olandese, grafica francese, scultura), di letteratura e teatro; nei pressi, si trovano l'ottocentesco arsenale e la chiesa di San Giacomo, che alle origini, nel XIV secolo, era stata costruita all'esterno delle mura. Queste ultime sono del resto scomparse nel 1856, lasciando soltanto la torre delle Polveri, risalente alle origini, e la torre Svedese, frutto di rimaneggiamenti tardoseicenteschi. Il cuore del centro si trova però attorno alla piazza 17 Giugno, su cui la secolare fabbrica luterana della cattedrale, cominciata nel 1211, è celebre anche per un grande organo della fine del XIX secolo. Continuando a passeggiare verso il lungofiume si scoprono tra vie anche molto strette - abitazioni d'epoca di stile tedesco, chiese rimaneggiate in epoca barocca, volte stellari rinascimentali e conventi di origine quattrocentesca. Nei giorni di rito, le comunità religiose spalancano le porte di chiese luterane, russo-ortodosse e cattoliche; anche la popolosa comunità israelitica di Riga ha una propria (unica) sinagoga, e molti suoi membri conservano la lingua (yiddish) in gran parte scomparsa nel resto dell'Europa. I più estesi quartieri moderni, dagli ampi viali, si estendono soprattutto sulla riva sinistra del fiume.

GUIDA TURISTICA RIGA - COSA VEDERE
Collina dei Bastioni (Bastejkalns). La collina artificiale è solcata da sentieri e disseminata da diversi monumenti commemorativi.
Museo Lettone della Guerra (Latvijas Kara muzejs). Distribuito su 3 livelli, il museo si rivolge innanzitutto agli amanti della storia militare.
Cattedrale di S. Giacomo (Sv Jèkaba Katedràle). Costruita in mattoni a partire dal 1225 era in origine una chiesa di periferia. Anche se ha mantenuto un aspetto gotico, è tuttavia stata ampiamente rimaneggiata nel XV e nel XVI secolo.
Castello (Rigaspils). Questa massiccia fortezza costruita nel 1330 dall'Ordine teutonico per sostituire un'opera precedentemente distrutta durante una sommossa, fu ampiamente rimaneggiata nel corso della storia, soprattutto quando gli abitanti di Riga, scontenti dell'Ordine di Livonia, la saccheggiarono nel 1484.
Museo delle Arti Straniere.
Museo Nazionale di Storia della Lettonia (Latvijas nacionàlais vèstures muzejs). Questo interessante museo ripercorre evoluzione dei costumi, dell'ambiente e dello stile di vita in Lettonia nel corso dei secoli.
Cattedrale. Costruito su un terreno consacrato nel 1211, questo grande edificio in mattoni fu eretto in stile romanico su una pianta a croce latina.
Museo Storico di Riga e Museo della Navigazione (RIgas vésturesun kugniecibas muzejs). Questo museo ripercorre cronologicamente la storia della capitale e del suo porto.
Chiesa di S. Giovanni. Questa chiesa di mattoni inizialmente era la cappella del monastero domenicano.
Chiesa di S. Pietro. Questa chiesa di mattoni rossi è stata costruita in stile gotico e terminata nel 1491, se non si contano le successive ricostruzioni.
Museo delle Arti Decorative e del Design. Situato nell'antica chiesa di S. Giorgio (dedicata alle esposizioni temporanee), questo museo mette in mostra le proprie collezioni in due grandi sale.
Museo della Porcellana di Riga (Rìgas Porcelana muzejs). La fabbrica di porcellana di Riga è stata fondata nel XIX sec. Il museo presenta alcuni dei pezzi più belli che vi sono stati prodotti.
Museo etnografico lettone all'aperto. Questo museo, fondato nel 1824, accoglie, in una bella pineta che domina il lago, quasi 120 edifici autentici rappresentativi delle quattro grandi regioni del Paese (Latgale, Vidzeme, Zemgale e Kurzeme) divisi in altrettanti villaggi.
Museo dell'Automobile di Riga (Rigas motormuzejs). Una collezione di veicoli d'epoca appartenuti a gerarchi sovietici.

Home > Viaggi > Repubbliche Baltiche > Guida turistica Riga
 
 
 

aggiornato il 27-07-2011
top