Ricerca personalizzata
 
 
 
 

diario di Viaggio nelle repubbliche baltiche

 


DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 1° Giorno
Partenza dall'Italia.
Anche quest'anno, il mese di agosto lo dedico alla mia grande passione i viaggi fai da tè con la macchina, e questa volta andrò con 3 miei amici, nelle repubbliche baltiche. Il viaggio inizia nei peggiori dei modi, al pomeriggio prima di partire si guasta la macchina, ma per fortuna troviamo un meccanico che per il giorno dopo ce la ripara. Dunque rimandiamo la partenza di un giorno, partiamo il 6 di agosto verso le 10 di mattina, per arrivare nelle repubbliche baltiche, partiamo da Como, attraversiamo tutta la Svizzera, poi un brevissimo tratto in Austria, ed entrare in Germania passando per Bregenz.

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 2° Giorno
Stollberg (Germania).
Vorremmo arrivare in Polonia per la sera, ma abbiamo perso molto tempo, e visto che ci si mette anche la pioggia, prima di arrivare a Dresda usciamo dall'autostrada, e a Stollberg troviamo una stanza per la notte.

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 3°Giorno
Lomza (Polonia).
Il mattino partiamo di buon ora, viaggeremo tutto il giorno, la nostra speranza è quella di arrivare in Lituania per la sera, ma entrati in Polonia capiamo che non sarà possibile. Le strade polacche sono sul livello di quelle rumene che abbiamo fatto l'anno scorso, e nonostante il traffico sia abbastanza scarso, non si fanno molti chilometri. Durante una sosta per mangiare qualche cosa, conosciamo un italiano, che con la famiglia ha fatto un giro lunghissimo, a tra le altre cose ci dice di far attenzione alla polizia in Lituania, perchè è molto severa sui limiti di velocità ed è facile trovarla un pò ovunque. Dunque verso sera ci fermiamo per dormire e purtroppo come ci immaginavamo, siamo ancora in Polonia, con il morale basso per le molte ore di viaggio, e i pochi chilometri fatti sostoamo nella graziosa cittadina polacca di Lomza.

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 4° 5° 6° 7° Giorno cattedrale di palanga
Palanga (Lituania).
Alla partenza da Lomza, la speranza è quella di arrivare a Palanga prima meta del nostro viaggio, almeno nel pomeriggio. Entrati in Lituania abbiamo una bella sorpresa, la brutta strada che abbiamo dovuto fare per tutta la Polonia, lascia il posto ad un'autostrada molto scorrevole, e senza quasi traffico. E per fortuna almeno questa volta riusciamo a rispettare la nostra tabella di marcia, e verso le sei del pomergiggio arriviamo a Palanga. Prima di arrivare in città ancora in autostrada troviamo una fila di persone con un cartello in mano, con una scritta in lituano incomprensibile per noi, dopo aver chiesto a molti hotel, (qui è alta stagione in questo periodo e ci sono molti turisti), riusciamo a trovare una stanza, e li ci spiegano che le persone in autostrada, sono affittacamere. Abbiamo cercato camere in hotel per almeno due ore, quando avevamo solo l'imbarazzo della scelta, ma purtroppo questo l'abbiamo saputo dopo. Palanga è una splendida località di mare nell'ovest della Lituania, non ha niente da invidiare alle località di mare italiane più frequentate, anche se la sera fa sempre abbastanza freddo, c'è un viale pedonale che porta la mare sempre affolato di gente, con locali, pub, e ristoranti, e in fondo c'è una bellissima spiaggia. Qui facciamo conoscenza con persone molto interessanti, tra le quali due ragazze di Roma che sono in vacanza, una di loro vive e lavora a Tallin in Estonia, ci invitano ad andare da loro a Tallin, quando ripartiremo da Palanga. Una sera andiamo anche a Klaipeda, città che si trova a pochi chilometri da Palanga.
(Diario viaggio repubbliche baltiche - Palanga).

tallin il municipioDIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 8° 9° 10°Giorno
Tallin (Estonia).
Accettando l'invito di Francesca e Livia, che sono ripartite per Tallin, decidiamo di cambiare l'itinerario del nostro viaggio andado prima a Tallin e poi faremo le altre capitali (Riga e Vilnius), ritornando indietro, noi pensavamo di fare il contrario. La strada per arrivare a Tallin non è lunghissima, ma il viaggio è rallentato dai molti cantieri aperti per la manutenzione delle strade, arriviamo a pomeriggio inoltrato. Appena arrivati telefoniamo a Livia che ci invita nel suo appartamento, e assieme si offrono per trovarci un alloggio. Trovano un bel appartamento nel centro della città, per ringraziarle offriamo a entrambe la cena da noi, e la sera seguente andremo al più famoso ristorante della città Holde Hansa, in stile medioevale, dove si mangia in scodelle di legno alla luce delle candele, e si beve la birra alle erbe nei boccali di terracotta, anche qui offriamo la cena alle nostre nuove amiche, che poi ci accompagneranno anche in discoteca dove concludiamo la serata. I'indomani con Francesca visitiamo la città mentre Livia deve lavorare e non può accompagnarci. Il centro di Tallin è bellissimo con moltissime stradine strette, dove si ci sono molti negozi di souvenir, bar, pub e ristorantini, ed è molto piacevole da girare specialmente oggi con una giornata soleggiata e calda che non sempre si ha trova queste parti. La serata la trascoriamo ancora in un locale del centro storico, ma andiamo a dormire presto domani si riparte, salutiamo le nostre amiche, e andiamo a dormire.
(Diario di viaggio repubbliche baltiche - Tallin).
piazza di riga
DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 11° Giorno
Riga (Lettonia).
Riprendiamo il nostro viaggio, ed al mattino partiamo da Tallin destinazione Riga, dove arriviamo subito dopo mezzogiorno. Cercare un alloggio qui è più complicato del previsto la città è molto più affollata di turisti rispetto a Tallin, ripieghiamo sull'ostello della gioventù, molto economico, ma allo stesso tempo molto scomodo e spartano.
Subito dopo aver sistemato la nostra roba, usciamo per visitare la città, che ha un centro storico notevole. Purtroppo restiamo a Riga solo un giorno, il tempo a nostra disposizione non è ancora molto, e dobbiamo rinunciare a stare almeno un altro giorno qui, tempo necessario per vedere la maggior parte delle cose che offre la capitale lettone.
(Diario di viaggio repubbliche baltiche - Riga).
trakai
DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE -
12 ° 13° Giorno
Vilnius- Trakai (Lituania).
Lasciata Riga in poche ore di viaggio raggiungiamo Vilnius, ultima capitale delle repubbliche baltiche che visitiamo. Anche qui trovare da dormire si rivela abbastanza complicato, riusciamo a trovare un hotel abbastanza lontano dal centro storico. Vilnius è tra le tre capitali che abbiamo visitato quella che mi è piaciuta di più, non solo per la bellezza della città ma anche per la cordialità della gente (gli estoni e i lettoni sono più maleducati), ed è anche leggermente più economica. Nei due giorni che siamo rimasti qui, il primo l'abbiamo dedicato alla visita della città, il secondo siamo andati a Trakai l'antica capitale lituana, a trenta chilometri da Vilnius. Questa località merita una visita se si passa da queste parti, il monumento più importante è il castello medioevale, costruito su un isola vilniussul lago di Trakai. Mentre visitiamo il castello abbiamo la fortuna di assistere alle riprese della fiction Rai, Guerra e Pace, andato in onda su Rai 1 l'ottobre del 2007 e girato in parte anche a Vilnius.
(Diario di viaggio repubbliche baltiche - Vilnius).
(Diario di viaggio repubbliche baltiche - Trakai).

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 14° Giorno
Pultusk (Polonia).
Ripartiamo da Vilnius, sapendo gia che dovremmo fare alcune tappe per ritornare a casa, la strada è quella che abbiamo fatto all'andata e sappiamo quello che ci aspetta. Quando è quasi sera ci fermiamo in un paesino a nord di Varsavia, Pultusk. Dopo aver trovato una sistemazione, consultiamo la nostra cartina per vedere se c'è un itinerario alternativo, un pò più veloce di quello che abbiamo fatto all'andata. Decidiamo di passare per la Slovacchia, il percorso sembra quasi tutto autostradale.

il campo di auschwitz

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 15°Giorno
Auschwitz (Polonia) --> Zilina (Republica Ceca).
La strada che percorriamo il giorno dopo, si rivela essere tutta autostrada, l'avessimo saputo prima avremmo guadagnato due giorni, questa inattesa sorpresa ci permette di fare una sosta al Museo della memoria di Auschwitz, Visitiamo il campo 1 e il campo 2 chiamato Auschwitz Birkenau. In questi luoghi hanno trovato la morte circa 2 milioni di persone, uccise dalla follia criminale dei nazisti. Lasciamo Auschwitz, e ci dirigiamo verso la Slovacchia, essendo quasi sera a Zilina cittadina slovacca ci fermiamo per la notte. Questa città scelta a caso, si rivela essere davvero molto incantevole e vivace, peccato che oramai abbiamo quasi finito la nostra vacanza, meriterebbe di restarci qualche giorno in più.
(Diario di viaggio repubbliche baltiche - Auschwitz).

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 16°
Vipiteno (Italia)
Al mattino partendo da Zilina, decidiamo di trascorrere un ultima sera prima di arrivare a casa in qualche località turistica, optiamo per Livigno, ma la strada è ancora troppa da fare e non riusciamo ad arrivare, ci fermiamo a Vipiteno, domani dobbiamo proprio rientrare a casa, quindi facciamo solo un breve giro in centro.

DIARIO DI VIAGGIO REPUBBLICHE BALTICHE - 17° Giorno
Rientro a casa.
Per ritornare a casa da Vipiteno, passiamo per il paso dello Stelvio ed in poche ore arriviamo. Questo viaggio nelle repubbliche baltiche, anche se è stato molto bello è troppo lungo da fare in macchina, è meglio andare in aereo, e noleggiare una macchina quando si è sul posto.

Home > Viaggi > Diario di viaggio Repubbliche Baltiche
 
 
 

aggiornato il 27-07-2011
top