La preistoria

 

NEL 1822 CHAMPOLLION decifrava, sulla Pietra di Rosetta, la scrittura egiziana: con ciò egli apriva agli studiosi il gran libro della storia' dell'antico Egitto e... «allungava» la storia di qualche millennio! La storia, infatti, non continua solamente «in avanti» giorno per giorno, anno per anno, seguendo il tempo che passa; può anche prolungarsi « all'indietro », portando il suo inizio in un'epoca sempre più lontana. Questo avviene quando gli archeologi riescono a decifrare i documenti di un'epoca più remota e a farne conoscere le vicende.
Quando si parla, invece, della preistoria, chi non è particolarmente preparato, sente citare nomi di epoche che diffìcilmente sa « collocare » al giusto posto e nel giusto ordine sulla grande « linea » del tempo. Le idee si faranno subito chiare se terremo presente che anche la preistoria si divide in tre periodi il cui nome ha significato affine ai tre i precedenti: antica età della pietra (o Paleolitico), media età della pietra (o Mesolitico), e nuova età della pietra (o Neolitico).
Quando, parlando degli antichissimi uomini, si dice genericamente « uomo preistorico », senza precisare se si intende parlare di un uomo del Paleolitico oppure del Neolitico, non si tien conto che fra l'uno e l'altro stanno mezzo milione di anni e le stesse differenze di vita e di civiltà che vi sono fra un antico egiziano e un uomo di oggi.

uomo del paleolitico inferioreETÀ PREISTORICA
PALEOLITICO (da « palaiós », antico e « lithos », pietra; ossia « antica età della pietra ») da circa 650 000 anni fa a circa 8 000 anni avanti Cristo. Si divide in:
PALEOLITICO INFERIORE O ANTICO, che comprende due periodi:
da circa 650 000 a circa 500 000 anni fa. L'uomo usa, come strumenti, semplici schegge di pietra ottenute sbattendo le pietre l'uno contro l'altra. Si ciba di carni crude, poiché non conosce ancora il fuoco;
da circa 500 000 a circa 170 000 anni fa. L'uomo ottiene asce di selce dagli spigoli ben affilati battendo la pietra con mazze di legno duro.
PALEOLITICO MEDIO, che comprende un periodo:
da circa 170 000 a circa 35 000 anni avanti Cristo. L'uomo conosce l'uso del fuoco, col quale si scalda e cuoce i cibi. Riesce a munire le sue lance di una punta acuminata di selce. È in grado di resistere alla calata dei ghiacci.
PALEOLITICO SUPERIORE O RECENTE, che comprende cinque periodi:
da circa 35 000 a circa 28 000 anni avanti Cristo. L'uomo inventa le lame di selce, con le quali può perfezionarsi nella lavorazione delle pelli;
da circa 28 000 a circa 23 000 anni avanti Cristo. Le lame di selce si perfezionano sempre più e si modificano dando luogo al bulino che consente di incidere le ossa e le corna; da circa 23 000 a circa 18 000 anni avanti Cristo. I coltelli di selce prodotti in questo periodo si caratterizzano per il dorso diritto della lama, che li fa molto simili ai coltelli attuali; da circa 18 000 a circa 14 000 anni avanti Cristo. L'uomo perfeziona la tecnica di scheggiamento della selce, che viene non più battuta ma sottoposta a forti pressioni: in questo modo si ottengono lame sottilissime;
da circa 14 000 a circa 8 000 anni avanti Cristo. In questo periodo l'uomo dell'età della pietra raggiunge il suo più alto progresso tecnico. Si perfeziona nella lavorazione dell'osso, inventa l'ago con la cruna ed usa, nella caccia, l'arpione.
MESOLITICO (da « mesos », mezzo, e «lithos», pietra; ossia « media età della pietra ») da circa 8 000 anni a circa 6 000 anni avanti Cristo. È questa l'epoca in cui, ritirandosi i ghiacci, la Terra si va coprendo di paludi e foreste; l'uomo diviene principalmente pescatore e cacciatore di uccelli. Comincia ad allevare qualche piccolo animale e a raccogliere e conservare frutta e semi.
NEOLITICO (da « neós », nuovo, e «tithos», pietra; ossia « nuova età della pietra ») da circa 6 000 anni a circa 4 000 anni avanti Cristo. In quest'epoca l'uomo compie due fondamentali scoperte, che rivoluzioneranno tutto il suo modo di vivere e l'organizzazione della sua società: l'agricoltura e l'allevamento del bestiame.
Cessa così il nomadismo, e fioriscono nuove attività: la lavorazione del latte, la filatura e la tessitura, la lavorazione dell'argilla e l'edilizia. Sorgono i primi veri villaggi che verso la metà dell'epoca sono già divenuti le prime grandi città. Ma ormai siamo all'alba dell'età storica.

(100) Prime
sedi umane
(101) Professioni Roma Antica
(102) Regni
romano barbarici
(103) Repubblica marinara Amalfi
(104) Repubblica marinara Genova
(105) Repubblica marinara Pisa
(106) Repubblica romana 1849
(107) Riforma e controriforma
(108) Riforme diciottesimo secolo
(109) Riforme di Solone
(110) Roma e il Papato
(111) Schiavismo in America
(112) Schiavitù Roma antica
(113) Scuola in Roma antica
(114) Secolo di Pericle
(115) Primi signori Milano
(116) Sorgere delle signorie
(117) Signorie minori
(118) Sovrani regno italico
(119) Spettacoli in Roma antica
(120) Storia dirigibile
(121) Trionfo Roma antica
(122) Turchi in Europa
(123) Umanesimo
(124) Vallo di Adriano
(125) Veicoli e strade del medioevo
(126) Venezia nel medioevo
 
Pagina 1 >>>

Pagina 2 >>>
 
[ Torna in cima alla pagina ] aggiornato il 8-10-2014