La sezione di storia di cittacapitali

 


IL PADRE DELLA STORIA
A scuola avrete certamente studiato le più note leggende che riguardano la Grecia e Roma antiche.
Ebbene, quelle leggende, create dalla fantasia dei poeti si trovano anche nelle opere degli storici antichi: la Storia da loro scritta era infatti un misto di realtà e di leggende.
Naturalmente nel loro caso non si può parlare di vera e propria storia, in quanto essa è la narrazione di avvenimenti che sono realmente accaduti.
Il primo storico che meriti veramente questo nome è il greco Eròdoto, vissuto nel V secolo avanti Cristo. Egli fece accurate ricerche personali (si recò persino nei luoghi dove vissero le popolazioni di cui voleva parlare) per riuscire a riferire soltanto cose realmenteerodoto
avvenute. Nelle sue opere egli si preoccupò quindi di distinguere onestamente le notizie di cui era certo da quelle udite raccontare dagli altri. Si può dire che grazie ad Erodoto il compito dello storico venne ad essere per la prima volta chiaramente definito. Non per niente i posteri gli attribuirono il titolo di padre della storia.

IL LAVORO DELLO STORICO
È chiaro che di una guerra scoppiata qualche decennio fa lo storico non deve faticare molto per sapere con esattezza quando, come e perché essa fu dichiarata. Ma le cose si fanno naturalmente più diffìcili quando si tratta di avere notizie precise intorno ad avvenimenti e personaggi che risalgono a tempi molto lontani. Tuttavia con un paziente lavoro di ricerca gli storici sono riusciti ad avere notizie precise anche intorno alle più remote epoche storiche. Abbiamo visto che il compito degli storici è quello di dare notizie che corrispondano a verità. Per far ciò essi hanno suddiviso il loro lavoro in due momenti:
1) raccolta dei «materiali» utili all'argomento da trattare;
2) esame scrupoloso degli stessi per distinguere gli autentici da quelli falsi. Quest'ultima è la parte più importante del « lavoro » e viene chiamata « critica storica ». La parola critica deriva dal vocabolo greco « crìnein », che significa giudicare. E infatti si tratta proprio di giudicare il « materiale » raccolto.
LE FONTI
I materiali che gli storici raccolgono per avere notizie su un dato argomento vengono indicati con il nome di fonti .
II nome è significativo: è da essi infatti che si « attingono » le notizie necessarie alla conoscenza di un dato avvenimento o periodo storico. Le fonti di cui si valgono gli storici sono assai varie. In. linea di massima esse vengono suddivise in «fonti documentarie», «fonti narrative» e «fonti non scritte». Ed ora, vediamo quali « materiali » di studio sono compresi in ciascuno di questi tre gruppi.
FONTI DOCUMENTARIE - Comprendono tutti quei materiali scritti che ci tramandano il testo originale.
Per la storia antica sono costituite da papiri, cocci e tavolette di legno cerate.
Per la storia più moderna sono rappresentate da codici in pergamena, carte, lettere, trattati, ecc. Vi sono inoltre i monumenti con iscrizioni, i sigilli, le monete, le medaglie ecc.
Per esempio, una delle principali fonti per la storia greca antica è costituita dalle iscrizioni contenenti atti pubblici.
FONTI NARRATIVE - Sono costituite soprattutto dalle opere storiche scritte dall'antichità fino ai nostri giorni. A seconda del modo in cui vengono esposti i fatti, quelle opere sono chiamate con nomi diversi. Si hanno così:
gli annali: elenco di fatti esposti in ordine cronologico, anno per anno. Presso gli antichi Romani furono scritti dai Pontefici fi membri del collegio sacerdotale). Essi scrivevano i fatti più memorabili su tavole che affìggevano alla porta della loro abitazione per informarne il pubblico; le crònache: narrazione di avvenimenti fatta in ordine di tempo. Celebre è la Cronica del fiorentino Dino Compagni (circa 1260-1324), che espose in ordine cronologico gli avvenimenti più importanti del suo tempo;
i commentàri: opere di storia in cui gli avvenimenti sono narrati da chi vi ha partecipato personalmente. Famosi sono i Commentari di Giulio Cesare sulla guerra gallica e su quella civile; i diari: narrazioni fatte giorno per giorno. Famosi i diari di guerra di alcuni scrittori greci e romani.
FONTI NON SCRITTE - Sono i cosiddetti avanzi, cioè i resti materiali delle epoche più antiche. Monumenti o ruderi di monumenti, sculture, pitture, vasi, utensili, armi, resti di abitazioni: ecco alcuni dei vari materiali che costituiscono le cosiddette fonti non scritte. Tali materiali possono rappresentare elementi preziosi per chiarire questo o quel punto di un periodo storico e ragguagliare gli studiosi sugli usi e costumi di un popolo.


LO STORICO SI VALE DI ALCUNE SCIENZE SPECIALIZZATE
Da quanto è stato detto finora è facile capire che gli storici raccolgono una quantità veramente imponente di fonti. E non basta: tali fonti sono anche assai differenti l'una dall'altra (vanno dalle monete alle iscrizioni su pietra, dai manoscritti alle medaglie ecc). Ebbene, per potere interpretare con esattezza ciascuna fonte e riconoscere quindi quelle autentiche, gli storici si valgono dei risultati di alcune discipline specializzate. ì
Naturalmente non è possibile che lo storico sia esperto in ciascuna di esse, perciò egli si vale dell'opera di altri studiosi che si sono specializzati in quelle discipline. Ecco il nome di alcune tra le più importanti e l'utilità di ciascuna di esse.
L'EPIGRAFIA (dal greco « epì » = sopra e « grafìa » = scrittura) - È la disciplina che si occupa di decifrare le epìgrafi, ossia le iscrizioni incise su porte, colonne, pietre, medaglie, monumenti funerari ecc. L'epigrafìa da un valido aiuto soprattutto agli storici che si occupano di storia antica: infatti per alcuni popoli antichi le iscrizioni rappresentano gli unici documenti superstiti.
LA DIPLOMATICA - È la disciplina che accerta l'autenticità o meno dei vari documenti (bolle pontifìcie, diplomi imperiali e regi ecc), tanto di quelli conservati in veste originale quanto di quelli giunti a noi attraverso successive copie.
LA PAPIROLOGIA - È forse una delle più recenti discipline che sono state poste al servizio delia storia. Suo compito è quello di decifrare e interpretare non solo le scritture eseguite su papiri e pergamene, ma anche quelle impresse su tavolette di cera, o incise su cocci eccetera.
LA NUMISMATICA (dal vocabolo greco « nòmisma » = moneta) - Si occupa dello studio non solo delle monete, ma anche delle medaglie. L'utilità di questa disciplina per la conoscenza delle varie epoche sto-riche è veramente grande. Basti dire che solo con lo studio delle monete gli storici sono potuti venire a conoscenza delle opere pubbliche compiute dall'imperatore Adriano (II secolo d.C.i.
LA SFRAGISTICA - Studia la tecnica, l'uso, la storia dei sigilli (in greco sfraghìs). L'uso dei sigilli è antichissimo: essi servivano per chiudere gli scritti e per autenticarli. La rappresentazione dei simboli in essi scolpiti ci può rivelare a chi appartenesse un dato sigillo.
L'ARCHEOLOGÌA (dai vocaboli greci archàios = antico e lògos = studio) - È la scienza che si occupa di esaminare tutti i materiali che riguardano gli antichi. All'archeologia si deve appunto in buona parte la conoscenza dei costumi del mondo antico.

LE EPOCHE STORICHE
Dal tempo dei primi documenti scritti fino ai nostri giorni vi sono dunque oltre 5000 anni di storia.
Gli studiosi hanno suddiviso questo lunghissimo periodo storico in varie epoche: hanno cioè riunito e catalogato le varie caratteristiche di ogni epoca ponendo al principio e al termine di ciascuna di esse uno di quei grandi avvenimenti che hanno mutato le sorti dell'umanità.
Si hanno così:
la storia antica: dal 3500 avanti Cristo al 476 dopo Cristo (anno in cui cadde l'Impero Romano d'Occidente);
la storia medioevale: dal 476 al 1492 (anno della scoperta dell'America);
la storia moderna: dal 1492 al 1789 (anno in cui scoppiò la Rivoluzione Francese);
la storia contemporanea: dall'anno 1789 agli avvenimenti dei nostri giorni.

NB. Gli articoli riguardanti la storia d'Italia degli Stati uniti degli stati in generale e delle loro capitali, li trovate nelle sezioni a loro dedicate.

(1) Personaggi
Pagina 1
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4

(2) Guerre e Battaglie

(3) Le religioni


(4) L'arte

(5) Storia argomenti generali
Pagina 1
Pagina 2
Pagina 3

(6) Popoli e civiltà
 
 
 
 
 
[ Torna in cima alla pagina ] aggiornato il 28-04-2015