Federico II di Svevia

 

FEDERICO II di Svevia fu uno dei più grandi imperatori del Medioevo. Nacque nel 1194 a lesi, nelle Marche. Suo padre Enrico VI, figlio di Federico I detto Barbarossa, era re di Germania; sua mamma Costanza era regina di Sicilia. Rimasto senza i genitori in giovane età, crebbe a Palermo educato dagli emissari del Papa Innocenzo III, che la madre, prima della morte, aveva designato quale tutore del principe. A 14 anni Federico quando fu maggiorenne per l'epoca, si impossessò del regno di Sicilia. Sei anni dopo fu eletto re di Germania, e nel 1220 fu incoronato imperatore in San Pietro da Gregorio IX che, seguendo l'indirizzo di Innocenzo III, tentava di far valere la sua volontà sul giovane sovrano. Federico II, invece, manifestò ben presto un carattere indipendente che in seguito portò il giovane re alla rivolta. Egli combattè contro le truppe del Papa che invasero i suoi territori nell'Italia del sud e, contro i Comuni del nord Italia che si erano coalizzati per dar vita alla seconda lega lombarda; inoltre si recò in Germania per dominare chi voleva prendere dei territori del suo impero. In queste lotte l'imperatore ottenne molte vittorie, fra queste quella nella località di Cortenuova sull'Oglio nell'anno 1237, a scapito della lega lombarda. L'esercito imperiale si impadronì del Carroccio, mostrato in Campidoglio come trofeo della vittoria. L'imperatore subì anche delle sconfìtte, come quella di Parma nel 1248 e quella che un anno dopo gli inflissero a Fossalta i Bolognesi, che fecero prigioniero suo figlio Enzo.
Federico II morì a Castel Fiorentino nelle Puglie il 12 dicembre del 1250. Le sue spoglie sono conservate nella Cattedrale di Palermo.
federico II di Svevia
Questo re, che governò con saggezza e giustizia i suoi territori, specialmente la Sicilia, è famoso per il suo grande ingegno. La città prediletta fu Palermo, dove egli era stato educato negli anni della fanciullezza. La Sicilia era allora una delle terre più belle e fiorenti d'Europa. Il dominio arabo vi aveva lasciato magnifici monumenti ed una nuova civiltà. I Normanni, guerrieri arrivati dalla lontana Europa del nord non avevano soppresso nulla, ma si erano anzi ambientati benissimo in questa isola. Quando Federico II divenne effettivo sovrano della Sicilia, volle essere attorniato dai più colti dei sudditi, indipendentemente dalla loro razza o religione, manifestando così di essere molto tollerante. L'Europa guardava ammirata il grande sovrano e il suo seguito di guerrieri e di nobili, di artisti e di scienziati, di astrologi e di commercianti. L'imperatore si faceva sempre precedere nei suoi viaggi dalle fedeli guardie saracene, che meravigliavano le genti con i loro magnifici turbanti.
Ma gran meraviglia suscitava soprattutto il grande sapere dell'imperatore, la sua passione per le scienze e per le arti. Molto graditi alla sua corte erano i poeti, che nella bella lingua italiana, anche se ancora imperfetta, sapevano imitare le canzoni dei poeti provenzali.
Alla corte di Federico II accorsero poeti e rimatori non solo siciliani e napoletani ma anche di altre parti d'Italia e la Sicilia divenne, per merito della corte di Federico, la prima terra che diede all'Italia la nuova lingua poetica. La voglia di sapere del grande sovrano svevo non conosceva confini. I suoi aiutanti erano sempre a lavorare per tradurre opere di qualsiasi tipo in lingua greca e araba e Federico donava queste opere ad alcune università per far si che il sapere fosse a disposizione di tutti. In questa sua opera gli fu vicino il dotto notaio e giudice Pier delle Vigne ; purtroppo questi, sospettato forse ingiustamente di infedeltà, fu messo in prigione ove si uccise. A Federico II si deve la fondazione dell'Università di Napoli, che fu una delle prime Università italiane. Inoltre Federico II fondò la città di Altamura in Puglia.

(60) Enrico Fermi
(61) Enea
(63) Ettore
Fieramosca
(64) Euclide
(66) Evangelista
Torricelli
(67) Famiglia Doria
(68) Federico II
di Prussia
(69) Federico II
di Svevia
(71) Ferdinando
Magellano
 
 
[ Torna in cima alla pagina ] aggiornato il 8-10-2014