le piramidi d'Egitto

 

NELL'ANTICO Egitto, il re (faraone) veniva considerato un discendente delle divinità e quindi era dio egli stesso. Per questo tutti i suoi sudditi dovevano adorarlo. Secondo la religione egiziana, tale grande distinzione fra il faraone e il loro popolo continuava anche nell'aldilà. Si credeva che all'anima dei faraoni morti venisse riservata nell'aldilà un sito speciale. Infatti, in alcune piramidi dei re d'Egitto è possibile leggere questa scritta: « Tu entri nelle porte del Cielo, che sono vietate al popolo ». Le tombe dei faraoni erano molto importanti. Gli stessi re, quando erano ancora vivi, si facevano costruire la loro tomba. Alcuni di essi la fecero ricoprire con grandi costruzioni in pietra, che, per la loro forma, furono chiamati piramidi. Delle circa settanta piramidi che si trovano in Egitto, quelle più conosciute sono quelle che si trovano sull'altipiano di Al Gizah, presso Il Cairo, del faraone Cheope, di Chefren e di Micerino. Data la sua straordinaria imponenza, la piramide di Cheope fu considerata già nell'antichità una delle sette meraviglie del mondo.

Le piramidi egiziane hanno una storia propria: prima che avessero questa forma definitiva che si può vedere ad esempio in quella del faraone Cheope, subirono durante i secoli alcuni cambiamenti.
Il primo antenato antenato, delle piramidi frono i tumuli o monticelli realizzati in terra, che nell'antico Egitto (più 3400 anni avanti Cristo) coprivano le sepolture.
Tra i primi faraoni, per differenziare la loro tomba dalle altre, fecero costruire tumuli di mattoni, molto più grande di quelli realizzati con la terra. Questo primo tipo di tomba reale veniva chiamato mastaba, che nella lingua degli arabi vuol dire panca. Questo nome fu scelto perché, nella forma, assomigliava molto alle panche di argilla usate in qell'epoca nei villaggi dell'antico Egitto. Intorno al 3000 avanti Cristo, le tombe dei faraoni si trasformarono per opera dell'architetto Imhotep. Incaricato di realizzare una tomba per il faraone Zoser, Imhotep creò una costruzione grandiosa: pensò cioè di sovrapporre in ordine decrescente una serie di mastabe. Il risultato fu una costruzione grandiosa, a sei terrazze, a forma di piramide tronca.

UNA DELLE SETTE MERAVIGLIE DEL MONDO
« Un grandissimo cumulo di pietre, costruita da tutto un popolo per solamente un uomo »: ecco come era descritta la piramide del faraone Cheope, che fu costruita per ordine di un faraone. Da Erodoto, si sa che Cheope iniziò col chiudere i templi, vietare i sacrifici e poi impose a migliaia di Egiziani di lavorare come schiavi. Per costruire la piramide servirono trent'anni ed il lavoro di 100 000 schiavi. La tomba fatta erigere da Cheope è la prima piramide completamente a punta in Egitto.
piramidi di ghiza
I TEMPIETTI SEPOLCRALI
La tomba dei faraoni era composta da due parti: la camera del sepolcro, dove veniva messo il corpo del faraone, e il tempio sepolcrale. Quest'ultimo comprendeva alcune camere, nelle quali i parenti andavano per portare le offerte, che consistevano in cibo, gioielli e altri oggetti, di cui si pensava che il defunto avesse bisogno durante il viaggio nell'aldilà.

I TESTI DELLE PIRAMIDI
Con questo nome si intendono quelle iscrizioni trovate scolpite nell'interno di alcune piramidi. Di solito esse indicano delle formule che, secondo gli antichi Egiziani, dovevano servire al defunto nel viaggio all'aldilà. Ma a volte sono inni in onore degli dei. Da uno di tali testi, riportiamo una parte di un inno che celebra il dio Nilo per le sue benefiche inondazioni: « Viene l'acqua di vita che è nel cielo, viene l'acqua di vita che è nella terra. Ecco il Dio: i suoi piedi sono bagnati dalle acque pure. Tu porti il cielo nella tua mano, tu stendi la luce sotto il tuo piede. Si fa la misurazione della terra, si coltiva l'orzo, si coltiva il grano ».

(7) Arte Greca
(8) Arte in Roma
antica
(10) Arte del Tibet
(11) Arti figurative
XIX secolo
(12) Colosseo
(13) Grande Muraglia Cinese
(14) Meraviglie di
Babilonia
(15) Arte architettura antico Egitto
(16) Le piramidi
(17) Pittura italiana
Rinascimento
 
 
[ Torna in cima alla pagina ] aggiornato il 8-10-2014