L'arte tibetana

 

CARATTERISTICHE DELL'ARTE TIBETANA
Scultura e pittura sono i due aspetti più importanti dell'arte tibetana. L'arte tibetana non è altro che una manifestazione del sentimento religioso. Bisogna anzi dire, a questo proposito, che l'arte nacque nel Tibet solo quando si diffuse la religione. Per questo, le statue (sia in metallo che in pietra), gli altorilievi, i bassorilievi e i dipinti si ispirano sempre a soggetti religiosi. I più riprodotti sono senz'altro Buddha, raffigurato da numerosissime opere d'arte, le divinità tutelari delle persone e gli dei protettori della religione, rappresentati da orride figure in atteggiamenti spaventosi.
Anche l'architettura tibetana è al servizio della religione. Infatti le migliori opere architettoniche del Tibet sono templi, santuari, monasteri ecc.
Salvo rare eccezioni, non si può però dire che vi siano edifici di particolare valore artistico.
Le costruzioni tibetane sono solo assai caratteristiche.
La loro originalità deriva sia dall'ambiente naturale in cui sono costruite (luoghi isolati e difficilmente accessibili, sommità di massicci montuosi, versanti scoscesi di montagne), sia dalla loro massa imponente, che risulta da un insieme di costruzioni addossate le une alle altre, quasi a formare un unico, maestoso complesso. Caratteristiche comuni alla pittura, alla scultura e all'architettura tibetane sono lo splendore e la varietà dei colori.
il palazzo potala a Lhasa
IL PALAZZO POTALA
Questo palazzo, che sorge a Lhasa ed era l'abitazione del Dalai Lama, è senz'altro la maggiore opera dell'architettura di questo popolo. Costruito tre secoli e mezzo fa sulle pendici della collina che domina la città di Lhasa, il Potala è di un'imponenza veramente straordinaria. Questo grandioso palazzo raggiunge i 274 metri di larghezza e comprende, oltre all'abitazione ch fù del Dalai Lama, anche alcuni templi e numerose abitazioni di monaci.

PREZIOSI STENDARDI
Gli stendardi usati dai Tibetani durante le cerimonie religiose costituiscono sempre preziose opere d'arte. Essi sono dipinti su tela e raffigurano generalmente scene della vita di Buddha o di altre divinità protettrici.

UN ARTIGIANATO ARTISTICO
I lavori dell'artigianato tibetano hanno il valore di vere e proprie opere d'arte. Gli artigiani tibetani sono particolarmente abili nella lavorazione dei metalli (rame, ottone, argento ecc). I Tibetani sanno anche modellare pregevoli statue di creta policrome o dorate, rivestite da drappi di seta e ornate da preziosi gioielli.

LE SCULTURE DEL TEMPIO DI JOKHANG
II tempio di Jokhang è il più antico dei templi tibetani. Nonostante ciò, le sue decorazioni pittoriche sono assai simili a quelle di epoca molto più recente. Questa particolarità è dovuta al fatto che, come abbiamo detto, l'arte tibetana si è sempre dovuta limitare, nelle sue rappresentazioni, a schemi stabiliti dalla religione.
La statua di Byams-pa, il Buddha che, secondo la religione dei Tibetani, verrà a redimere il mondo. È rappresentato in grandezza naturale, seduto su un trono in oro battuto finemente cesellato. E la sola divinità tibetana che viene raffigurata seduta nel modo comune agli Occidentali.
Questa statua si trova nel tempio di Jokhang.

(1) Corona ferrea
(2) Abbazia
Montecassino
(3) Alchimia
(4) Architettura
storia
(5) Arte cinese
(6) Arte
Giapponese
(7) Arte Greca
(8) Arte in Roma
antica
(10) Arte del Tibet
(11) Arti figurative
XIX secolo
 
 
 
[ Torna in cima alla pagina ] aggiornato il 8-10-2014