storia della west virginia



La West Virginia fu parte della colonia della Virginia che fu ceduta alla Compagnia della Virginia nel 1606. Tuttavia rimase inesplorata fino al 1669 quando John Lederer si avventurò sulle Blue Ridge. Poco più tardi, nel 1671, Thomas Batts e Robert Fallam esplorarono la regione alla ricerca di animali da pelliccia. Tanto la Francia come la Gran Bretagna reclamarono questo territorio. I primi organizzarono una spedizione guidata da La Salle, nel 1681, ed i secondi, la spedizione di Batts e Fallam. I conflitti tra le due nazioni che più tardi sfociarono nelle Guerre Indiane, si conclusero con il Trattato di Parigi (1763), quando la Francia cedette alla Gran Bretagna tutte le terre a est del Mississippi ed alla Spagna il settore occidentale della provincia della Louisiana.

I primi insediamenti in West Virginia sembra siano stati fondati nella valle dell'Ohio tra il 1727 e il 1730, quando alcuni coloni tedeschi della colonia della Pennsylvania si stabilirono in New Mecklenburg, (oggi Shepherdstown), alla ricerca di maggiore libertà religiosa. A questi coloni seguirono altri, irlandesi, scozzesi e tedeschi. Vi furono seri problemi tra le tribù indiane ed i coloni, per questo re Giorgio III, proibì la costruzione di insediamenti, se non dopo l'approvazione delle tribù indiane. Nel 1768 vennero firmati coi cherokee ed irochesi trattati per la cessione di terre, per questo i coloni continuarono l'occupazione delle fertili terre tra i Monti Allegheny e la valle dell'Ohio.

La barriera dei Monti Allegheny isolava i coloni di queste terre, dal centro amministrativo della colonia, nella città costiera di Williamsburg. Pertanto, nel 1776, quando si ebbe la dichiarazione d'indipendenza, i coloni della West Virginia chiesero un governo proprio. Tuttavia, quando la Virginia divenne un membro degli Stati Uniti, la West Virginia era ancora parte di essa. Le differenze tra i due territori che oggi formano Virginia e West Virginia aumentarono a causa delle differenti attività economiche.

Mentre la Virginia era un stato aristocratico, dipendente dal sistema schiavista, la West Virginia era abitata da contadini mal rappresentati nella camera legislativa. Così, in West Virginia crebbe il risentimento, che si rifletteva nella mancanza di investimenti nei trasporti, nuove industrie e nelle istituzioni educative. Questi fatti spiegano perchè allo scoppio della Guerra Civile (1860-1865), la maggioranza dei cittadini della West Virginia non appoggiasse la secessione e scelsero di sostenere le truppe dell'Unione. Per corroborare questo disaccordo col governo di Richmond, crearono lo stato di Kanawha ('il luogo di pietra bianca o sale'), ed inviarono volontari a combattere per l'Unione. E nel 1862, approvarono una costituzione e chiesero l'ammissione negli Stati Uniti, concessa nel 1863. Dopo la guerra la Virginia chiese alla West Virginia che si ricreasse l'antico stato, ma si decise di continuare come stato indipendente. Questa decisione, tuttavia, iniziò una causa tra le due entità poiché la Virginia voleva che la West Virginia assumesse parte del debito che lo stato della Virginia aveva contratto prima della secessione. La Corte suprema degli Stati Uniti nel 1915 diede ragione alla Virginia e così la West Virginia dovette restituire fino al 1939 alla Virginia più di 23 milioni di dollari.

Dopo la Guerra Civile, la West Virginia basò la sua economia sullo sfruttamento delle miniere di sale, nelle attività forestali e, soprattutto, nell'estrazione del carbone. Nel 1815 si scoprì il gas naturale che fu utilizzato come combustibile per alcune industrie di sale della valle di Kanawha. Le miniere di carbone, benché scoperte nel 1742, non furono sfruttate fino all'espansione definitiva della ferrovia. I grandi depositi di questo combustibile solido, fecero che tanto lo stato come la maggior parte dei suoi lavoratori dipendesse dall'attività mineraria. Così, quando dopo la seconda guerra mondiale il carbone perse di interesse come principale fonte di energia, lo stato della West Virginia soffrì una grave crisi economica che obbligò il congresso degli Stati Uniti ad approvare piani speciali di sviluppo della zona, dove c'erano carenze di infrastrutture. La crisi del petrolio, iniziata nel 1973, suppose un piccolo recupero dell'industria mineraria dello stato. Oggi, le autorità dello stato basano i piani economici sulla creazione e diversificazione del tessuto industriale e, soprattutto, nella promozione della Virginia Occidentale come destinazione turistica, grazie alla bellezza di suoi pochi spazi naturali.

Home > Stati degli Stati uniti > West Virginia > Storia West Virginia
 
 
aggiornato il 4-12-2011
top