Ricerca personalizzata
 
 
 

Memphis - città del tennessee

 


Memphis hotel
ristoranti vita notturna
peabodymemphis.com/
www.tripadvisor.it/
madisonhotelmemphis
cpmemphishotel.com/
hisdowntownmemphis
memphisrestaurants
www.memphistravel.com

Link utili
www.memphistn.gov/
www.memphis.edu/
memphisthemusical
www.mscaa.com/

Quotidiani online
commercialappeal.com/
memphisdailynews.com/

Le capitali degli stati dell'unione
Montgomery
Juneau
Phoenix
Little Rock
Sacramento
Denver
Hartford
Dover
Tallahassee
Atlanta
Honolulu
Boise
Springfield
Indianapolis
Des Moines
Topeka
Frankfort
Baton Rouge
Augusta
Annapolis
Boston
Lansing
St. Paul
Jackson
Jefferson City
Helena
Lincoln
Carson City
Concord
Trenton
Santa Fe
Albany
Raleigh
Bismarck
Columbus
Oklahoma city
Salem
Harrisburg
Providence
Columbia
Pierre
Nashville
Austin
Salt Lake City
Montpelier
Richmond
Olympia
Charleston
Madison
Cheyenne
IMMAGINI

DESCRIZIONE STORIA E LUOGHI TURISTICI ECONOMIA

Memphis città degli Stati Uniti, situata all'estremo sud-ovest dello stato del Tennessee, sede della contea di Shelby. Fondata nel 1818, è la città più popolosa dello stato. La città è situata sulla riva sinistra del fiume Mississippi, a 100 m di altitudine sul livello del mare. La città ha un clima molto instabile, con continui cambiamenti di temperatura benché le temperature si mantengano miti durante tutto l'anno. Infatti, la temperatura media annuale è di 16 °C, 5 °C nel mese di gennaio, e 27 °C in agosto. Le piogge sono comuni in tutte le stagioni.
Storia - La regione dove si trova Memphis fu esplorata dallo spagnolo Hernando de Soto nel 1541 nella spedizione lungo il fiume Mississippi. A quel tempo, la tribù che abitava questa parte del fiume erano i Chickasaw. Durante il secolo XVI, i francesi Jacques Marquette e Louis Jolliet esplorarono queste terre, ed anni dopo, nel 1682, La Salle reclamò l'intera regione per la Francia. Il primo forte che si costruì fu Fort Assumption, insediamento che è il vero antenato di Memphis e risale al 1739 e fu eretto da commercianti francesi. Spagna e Stati Uniti costruirono in seguito distaccamenti, Forte San Fernando e Fort Adams, nel 1795 e 1797, poiché questa fu una regione contesa da queste nazioni data l'importanza strategica ed economica del fiume Mississippi. La Spagna amministrò tra 1763 e 1800 la sezione occidentale dell'antica provincia francese della Louisiana, mentre gli Stati Uniti la parte orientale, ‘ereditata ' della Gran Bretagna. Dopo la restituzione della Louisiana alla Francia nel 1800, e la vendita di questo immenso territorio agli Stati Uniti nel 1803, iniziava l'espansione effettiva verso ovest. Così, nel 1818 John Overton, James Winchester ed il generale Jackson, che più tardi divenne presidente degli Stati Uniti, fondarono la città di Memphis. In città arrivarono da allora numerosi coloni dagli stati dell'est, e molti altri provenienti da Irlanda, Scozia e Germania. La città incentrò la sua economia nella fornitura di servizi e nell'approvvigionamento dei pionieri che andavano verso ovest, per questo prosperarono fabbri, fabbriche di polvere da sparo, segherie e fabbriche tessili che nacquero per approfittare dell'abbondanza di cotone che già da allora si produceva nella regione.
In poco tempo, la regione del delta del Mississippi divenne un importante centro di produzione e commercio del cotone, dipendente della manodopera degli schiavi. Come punto vitale nel commercio del cotone, si effettuarono nella città durante il secolo XIX numerosi miglioramenti nel sistema delle comunicazioni. Così, si costruirono linee ferroviarie e strade, ed iniziò un nuovo servizio con battelli a vapore per collegare la città con New Orleans, Charleston ed altri punti del bacino superiore del Mississippi. Memphis non tardò a trasformarsi nel centro commerciale del cotone e degli schiavi di questa regione meridionale degli Stati Uniti. Così, quando nel 1861 esplose la guerra civile, Memphis fu un alleato fedele della Confederazione, sebbene nel 1862 la città cadde in mano ai soldati dell'Unione che la mantennero fino al fine della Guerra. L'epoca della ricostruzione e la riconversione dell'economia ad un economia non schiavista fu dura per Memphis, che soffrì anche gli effetti di diverse epidemie di febbre gialla, tra le quali fu devastante quella del 1878 che ridusse drasticamente la popolazione. La città, spopolata e in rovina, dovette affrontare alla fine del secolo XIX miglioramenti nel sistema della fognatura e dell'acqua corrente, e diverse opere pubbliche che servirono per riattivare l'economia. Tuttavia, la vera ripresa di Memphis non si ebbe fino alla seconda guerra mondiale, quando si approfittò del boom economico negli Stati Uniti, per iniziare nuove attività. Infatti si costruirono installazioni militari, università e vennero migliorate le strutture comunali, come il porto ed i ponti. I lavori eseguiti nel porto nel 1950 hanno avuto un effetto positivo ed hanno attratto numerose industrie. Durante gli anni dove si iniziarono ad applicare i diritti civili, dettati dal Congresso degli Stati Uniti nel 1968, che obbligava a porre fine alla segregazione razziale, ci furono molte rivolte a Memphis. In questa città morì assassinato nel 1968 il reverendo Martín Luther King, massimo esponente della lotta per l'uguaglianza dei diritti negli Stati Uniti. Il processo di abolizione della segregazione razziale continuò per anni, ed in qualche modo si può sostenere che il processo è stato completato con l'elezione nel 1991 di W. Herenton primo sindaco nero della città.
Durante il decennio degli anni novanta, la città di Memphis portò a termine un ambizioso piano di sviluppo, orientato a trasformare la città in un centro di distribuzione commerciale, senza trascurare il turismo e le industrie tradizionali.
Luoghi turistici e cultura - La città ha varie università, tra esse la Memphis State University, la Southwestern At Memphis, (ex Rhodes College), LeMoyne-Owen College, il Centro Per le Scienze della Salute dell'Università del Tennessee ed il Christian Brother College. Memphis conta su un'ampia offerta artistica e culturale. Tra i musei della città degni di nota quello degli Indiani Chucalissa, varie case-musei del secolo XIX, come la Casa Fontaine e la Casa Mallory-Neely e, soprattutto, Graceland, la dimora che ricostruì Elvis Presley nel 1957. Presso la residenza di uno dei cantanti più popolari degli Stati Uniti si può visitare il mausoleo familiare dove riposa il cantante, ed ammirare i suoi oggetti personali, tra i quali la sua celebre Cadillac rosa ed il suo aereo privato. Altri musei interessanti sono il Memphis Brooks, la Galleria d'Arte dell'Università di Memphis, l'Accademia di Arti ed il Museo Nazionale di Metallurgia Ornamentale. In città si può visitare anche un magnifico giardino botanico. L'offerta teatrale di Memphis è enorme, tra le più importanti associazioni artistiche; il Balletto di Memphis, il Tennessee Ballet, la compagnia d'opera di Memphis e l'Orchestra Sinfonica di Memphis.
Economia - Essendo situata sul fiume Mississippi, Memphis gode dei benefici derivanti dalle vie di comunicazione naturali che fanno della città un importante mercato di scambi. Oltre che sul porto fluviale, la città basa la sua economia sulle industrie tessili, cantieristiche, cartarie e della gomma.

Numeri utili
Prefisso telefonico - 901
Numero per le emergenze 911

Ospedali
Hospital Wing
877 Jefferson Ave
Memphis, TN 38103 tel. (901) 524-0905

Methodist Hospital
865 Poplar Ave
Memphis, TN 38105 tel. (901) 577-1800



Polizia
Memphis Police Dept
4318 Graceland Dr
Memphis, TN 38116 tel.(901) 332-0783 (901) 332-7574


Home > Stati degli Stati uniti > Tennessee > Memphis
 
 
 
aggiornato il 3-12-2011
top