Ricerca personalizzata
 
 
 

Nashville - la capitale del tennessee

 


Nashville hotel
ristoranti vita notturna
www.hotelpreston.com/
thehermitagehotel.com
sheratonnashville
www.expedia.com
nashville.hotelscheap
nashvilleoriginals.com/
nashvillenightlife.com/

Link utili
www.visitmusiccity.com/
www.nashville.gov/
www.nashville.com/
www.nashvillescene.com/

Quotidiani online
nashvillecitypaper.com/
www.tennessean.com/
www.tntribune.com/

Le capitali degli stati dell'unione
Montgomery
Juneau
Phoenix
Little Rock
Sacramento
Denver
Hartford
Dover
Tallahassee
Atlanta
Honolulu
Boise
Springfield
Indianapolis
Des Moines
Topeka
Frankfort
Baton Rouge
Augusta
Annapolis
Boston
Lansing
St. Paul
Jackson
Jefferson City
Helena
Lincoln
Carson City
Concord
Trenton
Santa Fe
Albany
Raleigh
Bismarck
Columbus
Oklahoma city
Salem
Harrisburg
Providence
Columbia
Pierre
Nashville
Austin
Salt Lake City
Montpelier
Richmond
Olympia
Charleston
Madison
Cheyenne
IMMAGINI

DESCRIZIONE STORIA E LUOGHI TURISTICI ECONOMIA

Nashville città degli Stati Uniti, capitale dello stato di Tennessee ubicata nel centro dello stato. Fondata Nel 1779, è un importante centro commerciale, industriale e, soprattutto, turistico, perché si è trasformata nel centro mondiale dello stile 'country and western' che attrae in città migliaia di visitatori. Nashville si trova a 150 m sul livello del mare, sulle rive del fiume Cumberland. Il suo clima è moderato poiché non soffre di temperature estreme né in estate e nemmeno nella stazione invernale. Le medie annuali sono di 15 °C, 3'8 °C durante il mese di gennaio, e 26 °C a Luglio. Le piogge, si concentrano tra i mesi d'inverno e primavera, mentre tra i mesi di marzo e settembre le precipitazioni temporalesche sono relativamente frequenti.
Storia - La zona dove oggi si trova la città di Nashville era una regione di caccia di diverse tribù indiane, tra cui, Chickasaw Cherokee e Shawnee. Cacciatori ed esploratori francesi avevano delle attività in questa regione durante i secoli XVII e XVIII. Tuttavia, il primo insediamento permanente si costruì pochi anni dopo l'indipendenza degli Stati Uniti, quando alcuni coloni provenienti dalla Carolina del Nord decisero di stabilirsi in queste terre, fino ad allora vietate dalle leggi britanniche. Il gruppo di pionieri, guidati da James Robertson, fondarono un forte sulle rive del fiume Cumberland, che chiamarono Nashborough, in onore al generale Francis Nash che fu uno degli eroi dell'indipendenza nordamericana e proveniva dalla Carolina del Nord. L'antico forte che sopravvisse alla guerra d'Indipendenza agli attacchi britannici ed agli indiani, venne ribattezzato Nashville nel 1784. Dopo la guerra, la città cominciò a prosperare e pochi anni più tardi, nel 1796, il Tennessee fu ammesso nell'Unione, fatto che accelerò la sua crescita. Tra il 1820 e il 1845, Nashville acquisì notorietà grazie al generale Andrew Jackson. Questo militare fu il settimo presidente degli Stati Uniti, e il più forte sostenitore del Destino Manifesto (In inglese Manifest Destiny) che incoragiava l'espansione del paese, a scapito del Messico. Non è esagerato affermare che grazie a Jackson la città apparve definitivamente sulle mappe degli Stati Uniti. Infatti, nel 1843 Nashville divenne la capitale del Tennessee, uno stato che, grazie alla politica di Jackson, non era più un territorio di frontiera.
L'arrivo della ferrovia a metà del secolo XIX e l'utilizzo del fiume Cumberland come mezzo di trasporto trasformarono Nashville in un importante centro industriale e di distribuzione. Dovuto al suo sviluppo ed alla sua situazione strategica, durante la guerra civile (1861-65) Nasvhille fu un obiettivo militare delle due parti. All'inizio della guerra, fu centro di produzione di armi al servizio della Confederazione, fino a che durante il primo anno della guerra l'esercito dell'Unione riuscì ad impadronirsi della città. Nel 1864 i confederati cercarono di riprendere disperatamente Nashville, questo provocò una delle più sanguinose battaglie di questa guerra fratricida. Il periodo della ricostruzione fu lungo, a causa degli ingenti danni subiti dalla città durante la guerra e la necessità di riattivare l'economia dello stato. Durante il decennio degli anni settanta del secolo XIX, Nashville riuscì tuttavia, riprendersi pienamente trasformandosi in un grande centro di distribuzione nazionale. A questo periodo risale una delle istituzioni più importanti a Nashville, la Vanderbilt University, e alcuni edifici che hanno ospitato l'Esposizione del Centenario nel 1879 per commemorare l'anniversario della fondazione della città. Durante la prima e la seconda guerra mondiale, Nashville approfittò delle necessità dei contendenti e dei piani di sviluppo promossi dalla Tennessee Valley Authority, (un programma federale promosso dall'amministrazione di Franklin Delano Roosevelt) per gettare le basi di una grande industria. Una volta finita nel 1945 la seconda grande guerra, Nashville iniziò a diversificare l'economia, che orientò verso le nuove tecnologie. Fu anche questa l'epoca in cui, grazie alla radio ed alla televisione, (particolarmente all'emittente Grand Ole Opry), il paese intero identificò Nashville con lo stile di musica country. La notevole espansione fisica e demografica di questa città portò alla fusione amministrativa di Nashville con la contea di Davidson, a partire dal qual momento questa zona metropolitana venne ufficialmente chiamata Nashville-Davidson. La città è stata oggetto di un complesso piano di rinnovamenti durante il 1980, volta a consolidare la sua crescente industria turistica.
Luoghi turistici ed istituzioni culturali - L'istituto di istruzione superiore più importante di Nashville è l'Università Vanderbilt. Degne di nota anche l'Università Fisk, (la prima fondata negli Stati Uniti per l'insegnamento alla popolazione nera), il Meharry Medical School, la Tennessee State University, il Belmont College e l'Istituto Tecnico di Nashville. Tra i musei, da citare la Van Vechten Gallery, la Collezione d'Arte Alfred Stieglitz, il Museo Statale del Tennessee, il Museo Cumberland, il Centro di Scienze e soprattutto, la famosa Country Music Hall of Fame, il museo ‘nazionale ' dedicato alla musica Country.
Nashville ha un'orchestra sinfonica che tiene i suoi concerti nel Centro di Arti Sceniche del Tennessee (TPAC), e varie compagnie teatrali tra le quali The Circle Players e Southern Stage Productions. Merita una visita l'Hermitage, il palazzo dove visse e morì il settimo presidente degli Stati Uniti, Andrew Jackson. Un altra casa-museo di interesse è la Mansion Belle Meade, dove si possono apprezzare alcuni aspetti della vita quotidiana in una piantagione del sud prima della guerra civile. Altri punti di interesse della città sono l'edificio del Congresso, costruito nel 1859; il Centro di belle arti e il giardino botanico di Cheekwood, ed il Centennial Park, che conserva una replica del Partenone di Atene costruito nel 1879 in occasione della celebrazione del centenario della fondazione di Nashville.
L'economia locale si basa su industrie alimentari, chimiche, editoriali, del legno, tessili, aeronautiche, che producono attrezzature aerospaziali, e per la lavorazione dei metalli. Piuttosto sviluppati sono anche i settori finanziario, assicurativo e dei trasporti. E' sede di un'università, di una Accademia di scienze e arti e di parecchi, college. E' un centro di commercio agrìcolo e del bestiame. E' la patria della musica country che in Tennessee è Un vero e proprio fenomeno culturale di massa. Non a caso la città ospita il Country Music Hall of Fame and Museum.

Numeri utili
Prefisso telefonico - 615
Numero per le emergenze 911

Ospedali
Hospital Clinical Services Group
3100 W End Ave
Nashville, TN 37203 tel.(615) 345-5400


Polizia
Metropolitan Police Dept
200 James Robertson Pkwy
Nashville, TN 37201 tel. (615) 244-7735


Home > Stati degli Stati uniti > Tennessee > Nashville
 
 
 
aggiornato il 3-12-2011
top