I Quartieri della città di New York



Manhattan

I coloni olandesi iniziarono a costruire la città sull'isola di Manhattan, dove nel 1624 costruirono un forte che fu il seme della città di Nuova Amsterdam. Peter Minuit acquistò l'isola dai nativi per circa 24 dollari (60 fiorini olandesi). Nel 1664 gli inglesi presero la colonia e la ribattezzarono, durante la rivoluzione americana la mantennero, e stette sotto il loro potere tra 1776 e 1781.
L'isola di Manhattan è un grosso blocco di granito situata a poche decine di metri sopra il mare. L'estremo meridionale ed il centro dell'isola sono di questo materiale, mentre le zone di Greenwich Village e Chelsea sono formate da terreno più soffice. L'isola è fiancheggiata nella zona orientale dal fiume Hudson, in quella occidentale dal fiume Harlem, e dal fiume East, a sud.
Brooklyn
Fu creato nel 1636 e divenne parte della città di New York nel 1898. È quello maggiore dei cinque municipi della città. Ha diverse industrie e sta alla testa del commercio nazionale ed internazionale. Nell'epoca degli insediamenti olandesi venne fondata la piccola città di Brooklyn Ferry, nel 1816, che divenne la città di Brooklyn nel 1834, crescendo, assorbendo gli insediamenti di periferia. Nel 1855 divenne la terza città dell'Unione.
Brooklyn era per la maggior parte terreno paludoso, prima degli insediamenti della fine del secolo XVII. Gli olandesi furono i primi colonizzatori venuti del vecchio mondo. Benché condividessero le terre coi coloni inglesi, la cultura olandese fu quella dominante nel secolo XIX. Quando si chiese per la prima volta ai suoi abitanti se volevano unirsi alla città di New York come municipio nel 1833, Brooklyn rifiutò. Brooklyn divenne parte della città nel 1898. La costruzione del ponte di Brooklyn, vero capolavoro di ingegneria, fù la causa principale che unì il quartiere di Brooklyn a Manhattan in un unica città.
Queens
Il suo territorio attuale non è stato colonizzato per molto tempo, eccetto per piccole fattorie ed insediamenti rurali, la maggioranza della gente arrivò durante i secoli XIX e XX col flusso di immigrati venuti dall'Europa.
Il Queens fu battezzato così in onore della consorte di Carlo II d'Inghilterra, la Regina Caterina di Braganza, nel 1683. Divenne parte della città di New York nel 1898 ed ebbe un immediato sviluppo economico e fisico. Agli inizi del secolo XIX, il Queens era popolato in gran parte da piccole aziende agricole ed era prevalentemente rurale. Durante il diciottesimo secolo la zona cominciò ad avere una crescita industriale lungo le sponde del fiume East.
Questa zona fu molto popolare tra i nuovi immigrati durante la prima metà del secolo XX, ed è divisa in differenti quartieri con distinte etnie, nei quali ci sono grandi somiglianze coi paesi di provenienza dei distinti colonizzatori, ed alcuni quartieri interrazziali.
Ha i due aeroporti principali della città, La Guardia e JFK, e molte industrie della città di New York.
Bronx
Fu creato da Jonas Bronck nel 1636 che reclamò il terreno come proprio. L'esplosione demografica del distretto si ebbe tra i secoli XIX e XX, dovuto al flusso di immigranti italiani ed irlandesi. In origine c'erano per la maggiore parte casette, fattorie e paludi selvagge, fino a che un grande gruppo di immigranti irlandesi ed italiani vi si stabilì. Attualmente arrivano ancora nuovi immigranti nel quartiere, fondamentalmente russi ed ispani.
Il Bronx è il quartiere di New York con la peggior reputazione , (probabilmente anche di tutti gli Stati Uniti), in termini di sicurezza. La sua crescita e la sua caduta hanno avuto luogo nelle stessa forma folgorante. Dai lussuosi appartamenti art déco del 1900, si passò alla marginalità più assoluta alla fine del secolo XX, che oggi si concentra solo a sud, nei pressi di Harlem. Nonostante la marginalità, nel Bronx si trovano due dei posti più popolari di New York, il Bronx Zoo e lo Yankee Stadium. È l'unico municipio di New York che è fisicamente collegato con la terraferma.
Staten Island
Giovanni da Verrazano è considerato il "padre" di Staten Island perché navigò fino alla baia di New York nel 1524 e sbarcò sull'isola. Nel 1687 il duca di York offrì l'isola come premio in un concorso di navigazione, che vinse la squadra di Manhattan. Fino al 1713, quando il primo traghetto pubblico lasciò l'isola, non vi era modo di andare e tornare, se non con una barca privata. Infine, nel 1964, Othmar Amman costruì il ponte di Verrazano-Narrows, che facilitò la comunicazione con l'isola. Attualmente, il traghetto di Staten Island collega l'isola al Battery Park a Manhattan, con un servizio gratuito.
Le sue relazioni col resto della città non sono molto buone, perché l'isola ha tentato varie volte di separarsi dal resto di New York per essere autonoma. Oggigiorno è una zona residenziale di alto livello con molte zone verdi.

<
Home > Stati degli Stati uniti > New York stato> New York City > Quartieri città di New York
 
 
aggiornato il 30-11-2011
top