La storia del new messico



I primi europei che esplorarono il New Messico furono gli spagnoli, attratti dalle leggende sulle mitiche Sette Città di Cibola. L'inizio dell'interesse spagnolo per queste terre ha a che fare con la saga di Alvar Nunez Cabeza de Vaca che per primo mise piede sulle terre del New Messico. Dopo essere sopravvissuto al naufragio della spedizione Narvaez, nei pressi di Galveston, fu fatto prigioniero dagli indiani. Poco dopo, nel 1535, Cabeza de Vaca, insieme ad Andres Dorantes, Alonso del Castillo e lo schiavo Esteban marciato verso ovest, e percorsero il Llano Estacado (regione naturale degli Stati Uniti sud-occidentali). Quando riuscì a ritornare a città dal Messico, Cabeza de Vaca segnalò la ricchezza di queste regioni, ma davanti al suo rifiuto a dirigere una spedizione che confermasse le sue notizie, il viceré Antonio de Mendoza inviò Frate Marcos de Niza alla testa della milizia guidata, dallo schiavo Esteban. Più tardi, Francisco Vasquez de Coronado, governatore della Nuova Galizia, iniziò nel 1539 la colonizzazione del territorio che oggi occupa lo stato del New Messico. Nel 1598, lo spagnolo Juan de Onate fondò San Juan de los Caballeros. Questa città divenne il centro della regione. Nel 1610, la capitale fu trasferita a Santa Fe, l'attuale capitale dello stato del New Messico.

Le relazioni tra i coloni spagnoli e gli indiani, furono difficili soprattutto durante il secolo XVII. Il vicereame della Nuova Spagna fece un enorme sforzo per ottenere la conversione degli indiani, per i quali investì tra 1609 e 1680 più di un milione di pesos, una somma considerevole per quell'epoca. Nel 1706 venne fondata la città di Albuquerque. Quando il Messico divenne indipendente dalla Spagna nel 1821, il territorio dell'attuale stato del New Messico divenne una provincia del nuovo paese. Dal momento dell'indipendenza, le relazioni commerciali tra il territorio statunitense del Missouri e il New Messico si intensificarono attraverso la rotta conosciuta come Santa Fe Trail, che collegava St. Louis con la capitale del New Messico.
L'insediamento di coloni americani e le aggressioni dirette da Mirabeau B. Lamar, governatore del Texas nel 1842, quando il Texas era uno stato indipendente, furono il presagio di un'aggressione più importante. In effetti, ciò accadde durante la guerra tra gli Stati Uniti ed il Messico (1846-1848), quando il territorio del New Messico fu occupato dalle truppe del generale americano Stephen Watts Kearny nell'agosto del 1845. Nel 1848, il New Messico passo in mano statunitensi con il Trattato Guadalupe-Hidalgo. Nel 1853, il territorio del New Messico si ampliò ancora grazie all'Acquisto di Gadsden, una striscia a sud del fiume Gila che venne comprato dal Messico per dieci milioni di dollari, (e che si unì agli Stati di Arizona e New Messico).

Il New Messico durante la Guerra Civile (1861-1865) fu occupato dalle truppe dei due eserciti. Forze della Confederazione, provenienti dal Texas, occuparono il territorio del New Messico ed arrivarono a prendere la città di Santa Fe. Il tentativo di controllare il sud-ovest americano fallì quando più tardi le truppe confederate furono sconfitte a Glorieta Pass dalle truppe unioniste del Colorado. Dopo la guerra civile, il New Messico ebbe una grande crescita economica dato che il suo territorio era attraversato dalle linee ferroviarie che collegavano l'est con l'ovest. Le compagnie ferroviarie di Topeka, Atchison e Santa Fe, operarono in quest'epoca per unire le diverse regioni del New Messico, per l'esplorazione delle risorse agricole minerarie e del legno, principalmente. Durante il secolo XIX, il New Messico rappresentava l'immagine del "selvaggio ovest" che ha trasmesso alla letteratura ed al cinema. Infatti, in questo territorio agirono nella vita reale Kit Carson, Pat Garret, Billy the Kid e si levò contro il governo federale l'indiano Jeronimo. Dopo l'adesione all'Unione che ebbe luogo nel 1912, il New Messico fu la base delle operazioni di Pancho Villa durante la Rivoluzione Messicana nel 1919.

Il New Messico basò la sua economia sulle attività agrarie e dell'allevamento, il che significa che durante il decennio degli anni venti e trenta del XX secolo, dopo il boom economico provocato dalla prima guerra mondiale, lo stato soffri una grave crisi. La scoperta del petrolio e miniere di potassio in parte attenuò questa crisi, sebbene il New Messico non arrivò mai a raggiungere i livelli di sviluppo della maggioranza degli stati dell'Unione. Durante la seconda guerra mondiale nel centro di Los Alamos vennero condotte le ricerche sul nucleare nell'ambito del progetto Manhattan che sviluppò la bomba atomica la cui prima esplosione ebbe luogo vicino ad Alamogordo, nel 1943. La ricerca militare e strategica, il turismo e il settore minerario sono oggi i settori economici più importanti del New Messico.


Home > Stati degli Stati uniti > New Messico > Storia New Messico
 
 
aggiornato il 30-11-2011
top