La storia del maine



I primi reperti archeologici attribuiti all'uomo rinvenuti nel Maine sono di circa 5.000 anni fa. Le tribù indiane che trovarono i primi europei che arrivarono in questa regione furono quelle degli indiani Abnaki, Passamaquoddy e Penobscot. La prima visita documentata degli europei nel Maine, fu quella dell'esploratore Giovanni da Verrazano che tracciò una mappa della costa nel 1524. Più tardi il francese Samuel de Champlain approdò sull'isola di Mont Desert sulla costa di questo stato. I francesi si stabilirono nel territorio nel 1604, sul fiume St. Croix. Poco dopo, nel 1607, gli inglesi fondarono una piantagione a nord del fiume Kennebec. Questi primitivi insediamenti sparirono in poco tempo, ma gli inglesi crearono nuovi insediamenti nel 1622, grazie a Ferdinando Gorges e John Mason che riuscirono con la Plymouth Company, fondata da loro stessi in New England, ad avere terre nel Maine per lo sfruttamento, in realtà il territorio che venne concesso, andava dal New Hampshire al Massachusetts fino al Canada. Nel 1629, la Plymouth Company, divise il territorio assegnato a Gorges, che si fece carico della sezione a nord del fiume Piscataqua, che venne chiamato da allora Maine. Un anno più tardi, esistevano almeno dieci insediamenti di coloni inglesi nell'attuale stato del Maine. Nel 1691, il Massachusetts comprò dagli eredi di Gorges il Maine e questo territorio divenne un distretto del Massachusetts.

Le dispute di confine che incominciarono nel secolo XVII per il territorio del Maine tra britannici e francesi, si risolsero definitivamente col Trattato di Parigi, del 1763. Poco più tardi, nel 1775 ha visto l'inizio della Guerra d'Indipendenza, dove i cittadini del Maine hanno partecipato attivamente per tagliare i legami con l'inghilterra. Dopo l'Indipendenza, il Maine decise di distaccarsi dal Massachussetts ma ciò non avvenne fino al 1819. L'entrata del Maine nell'Unione, come stato non schiavista, è avvenuta nel 1820. Nel 1842, Gran Bretagna e Stati Uniti firmarono l'accordo definitivo sulla frontiera tra Maine e Canada.

Dopo la Guerra Civile (1861-1865), l'economia del Maine, fino ad allora basata sul settore del legname, della pesca e della costruzione di navi, si diversificò, e vennero fondate varie industrie tessili e del cuoio. Da allora iniziò la coltivazione della patata nella zona di Arrostook, nell'altopiano del nord, uno dei settori economici più importanti dello stato. A partire dal secolo XX, il Maine sviluppò la produzione di energia idroelettrica, e costruiti vari impianti per la fabbricazione della carta. Vicino a queste industrie consolidate, il turismo è attualmente una delle principali fonti per l'economia del Maine.


Home > Stati degli Stati uniti > Maine > Storia Maine

 
 
aggiornato il 30-11-2011
top