La storia del colorado



I resti archeologici in Colorado indicano che almeno 20.000 anni fa vivevano in questo territorio gruppi di cacciatori. Già nella nostra era, la tribù conosciuta come i Cesteros, e poi gli indiani Pueblo, che emigrarono in Arizona, vissero nel Colorado. All'arrivo degli europei nelle Americhe, le principali tribù indiane, si erano stabilite in Colorado, ed erano: Cheyenne, Arapaho, Kiowa, Comanche, Pawnee, e Ute.

Il primo europeo che esplorò il Colorado, fu Juan de Onate, nel 1601. Un secolo più tardi, nel 1706, Juan de Uribarri reclamò per la Spagna il territorio del Nuovo Messico che includeva il Colorado. Più tardi, (la zona orientale del Colorado, la sezione compresa a est delle Montagne Rocciose), passò alla Francia. Questo settore dell'attuale stato del Colorado passò di nuovo alla Spagna dopo la firma del Trattato di Parigi, nel 1763. Tre anni più tardi padre Francisco Escalante esplorò la regione dei fiumi Dolores e Gunnison. Nel 1800 la parte del Colorado che faceva parte del territorio della Louisiana fu restituita alla Francia. Nel 1803, Napoleone vendette il territorio agli Stati Uniti.

L'acquisizione della Louisiana da parte degli Stati Uniti comportò negoziazioni tra il nuovo proprietario e la Spagna, al fine di delineare il confine del Nuovo Messico. Zebulón Pike fu l'americano incaricato nel 1806 di esplorare la zona ed ottenere informazioni per tracciare i futuri confini. Le dispute sui confini non si risolsero fino al 1819, quando la nuova frontiera dividise il territorio degli Stati Uniti e del Messico che divenne nel 1821, stato indipendente, avendo così l'amministrazione del Nuovo Messico, e quindi della parte occidentale del Colorado. Durante questa epoca, alcuni coloni nordamericani si stabilirono nel Colorado statunitense, e basarono la loro economia sulla caccia e il commercio di pelli. A partire dal 1842, gli Stati Uniti dimostrarono un enorme interesse per la parte sud del territorio. Pertanto, John C. Frémont diresse varie spedizioni tra quell'anno e il 1853 dirette verso l'altopiano meridionale, e che esplorarono le Montagne Rocciose.

L'interesse crescente per le attuali regioni meridionali, e del sud-ovest degli Stati Uniti, culminò con la Guerra Messicana-statunitense, finita la guerra gli Stati Uniti obbligarono il Messico ad accettare nel 1848 il Trattato di Guadalupe Hidalgo. La parte sud ovest del Colorado, faceva parte dell'enorme territorio che gli Stati Uniti inniziarono ad amministrare dopo quel trattato. La scoperta dell'oro in Cherry Creek, vicino alla città di Denver, Golden, Boulder e Colorado City, provocò l'arrivo massiccio di minatori e nuovi coloni. Nel 1861 il Congresso degli Stati Uniti autorizzò la creazione del Territorio del Colorado, il primo passo per la sua ammissione nell'Unione. Da quel momento il Colorado ha mantenuto i suoi attuali confini. Per consolidare il territorio, sono state necessarie delle campagne contro le tribù indiane, che si ribellarono all'occupazione dei loro territori. Questo conflitto si concluse con le battaglie di Beecher Island (1868) e di Summit Spring (1869) e con il trasferimento di molte delle popolazioni indigene del Colorado nelle riserve dell' Oklahoma.

Durante la Guerra di Secessione (1861-65), questo stato si dichiarò sostenitore dell'Unione. Anni dopo la guerra, il Colorado divenne il 38 stato degli Stati Uniti (1876); l'ammissione dello stato coincise col primo centenario degli Stati Uniti, e così il Colorado acquisì il soprannome di Centennial State. L'arrivo di coloni e minatori continuò tra gli anni 1870 e 1890. È da notare che in questo periodo, ha iniziato timidamente a svilupparsi una delle industrie più importanti dello stato, quella turistica, grazie alle sue stazioni termali. Con la caduta del prezzo dell'argento a partire dal 1893, il Colorado soffrì una recessione economica, tuttavia si risollevò ben presto, quando in Cripple Creek si scoprirono giacimenti d'oro.

Durante il XX secolo, l'economia dello stato si riorientò verso l'agricoltura, grazie a nuove tecniche di irrigazione e coltivazione, ed al turismo. Nonostante questo il settore minerario, continuò ad essere un pilastro fondamentale dell'economia del Colorado. La prima guerra mondiale ebbe un influenza positiva sullo sviluppo di questo stato, come importante fornitore di risorse minerarie ed agricole. La crisi e le siccità che seguirono dopo la guerra, colpirono l'economia del Colorado che non si riprese fino alla seconda guerra mondiale. Il conflitto, produsse un cambiamento fondamentale in Colorado. Da un lato, come nella guerra precedente, l'economia crebbe grazie alla grande domanda dei suoi prodotti, poi durante quegli anni le autorità militari degli Stati Uniti decisero di trasformare il Colorado in un centro militare, con la fondazione dell'Accademia delle Forze aeree, e la creazione del comando della difesa Aerea dell'America del Nord, a Colorado Spring. Questa decisione attrasse diverse aziende legate all'industria bellica, e questo settore è diventato in uno degli assi portanti per lo sviluppo del Colorado.

Home > Stati degli Stati uniti > Colorado > Storia Colorado
 
 
aggiornato il 30-11-2011
top