Ricerca personalizzata
 
 
 

Palermo capoluogo della sicilia



Inviaci il tuo report
su Palermo CLICCA QUI

Palermo by night

Link Palermo
www.comune.palermo.it/
palermotourism.com/
www.palermoweb.com/
www.unipa.it
provincia.palermo.it/
www.astropa.unipa.it/
palermo.2night.it/
www.ilpalermocalcio.it

Piatto tipico Palermitano


 

DESCRIZIONE STORIA LUOGHI DI INTERESSE A PALERMO

I Fenici, che la fondarono nel corso dei secc. VIII-VI a. C, la chiamarono Ziz, fiore, come testimonia un'antica moneta. Ziz si trasformò in seguito in Panormos, tutto porto, per indicare l’ampio golfo sul quale si distende, al limite di una fertile zona agricola, la Conca d'Oro, coltivata ad agrumi.
Palermo è città amata dai turisti, che ogni anno vengono alla ricerca delle sue antiche vestigia, dell’odore delle zagare, dell’atmosfera decadente dei suoi vecchi palazzi, dei giardini lussureggianti che danno tregua alla calura.
L’economia si fonda sul commercio dei prodotti agricoli, sul settore terziario e sull’industria (cantieristica, siderurgica, chimica, alimentare, tessile, vetraria, del cemento, dell’arredamento). Turismo d’arte e balneare. Sito di insediamenti paleolitici e neolitici, colonia fenicia , poi cartaginese, fu presa dai romani nel 254 a.C. (Panormus). Occupata dai goti, fu conquistata dai bizantini (535) che la tennero fino alla dominazione degli arabi (831), che ne favorirono l’ascesa commerciale e culturale proseguita sotto i normanni (1072) e gli Svevi (residenza di Federico II, secolo XIII). Passata dagli Angioini agli Aragonesi dopo la guerra del Vespro (1282), si ridusse a centro minore, rimanendo tale anche sotto la dominazione spagnola. Passata ai Savoia (1711), agli Asburgo (1718) e infine ai Borbone di Spagna (1736; residenza della corte, 1806-15), fu conquistata dai garibaldini il 27.5.1860 e annessa al Regno d’Italia.
Di grande importanza sono le testimonianze lasciate dai Normanni che usavano soluzioni decorative arabe. La Cuba, la Zisa e la Piccola Cuba, palazzi regali, del tempo di Guglielmo II (ca. 1180), caratterizzati dal muqarnas (decorazione a stalattite), motivo decorativo della Cappella Palatina del Palazzo dei Normannidi re Ruggero II. Le chiese di San Giovanni degli Eremiti (1132), della Martorana, in cui possiamo trovare i più antichi mosaici della Sicilia e di San Cataldosono tra le costruzioni d'età arabo-normanna meglio conservate. Appartengono ai fasti rinascimentali il palazzo Chiaramonte e il palazzo Sclafani. Con influssi rinascimentali sono i palazzi Abatellis e Ajutamicristo e la chiesa di S. Maria della Catena, eretti alla fine del ‘400 da M. Carnelivari. Durante il periodo barocco la città ha assunto il sontuoso aspetto che ancora si ritrova nella piazza ottagonale chiamata i Quattro Canti, ornata da statue e fontane. Da visitare anche gli oratori di S. Zita, del Rosario, di S. Lorenzo. Della seconda metà del sec. XIX sono il grande viale della Libertà e il Teatro Massimo.

Prefisso Telefonico 091

Codice amministrativo postale 90100 90121 90151



Home > Italia > Sicilia > Palermo
 
 
 


aggiornato il 19-07-2011
top