Ricerca personalizzata
 
 
 

Genova capoluogo della liguria



Inviaci il tuo report
su Genova CLICCA QUI

Genova by night

Link Genova
www.comune.genova.it/
www.apt.genova.it/
www.acquariodigenova.it
www.unige.it/
www.provincia.genova.it/
genova.webguide.it/
turismo.comune.genova
www.porto.genova.it/
www.fiera.ge.it/
centrostoricogenova

Piatto tipico Genovese

Aeroporto
di Genova

DESCRIZIONE STORIA COSA VEDERE A Genova

« BIEN QUE el cuerpo ande aca, el corason està ali de continuo »; così, il 2 aprile 1502 in una sua lettera scriveva in spagnolo Cristoforo Colombo: « Nonostante che il corpo sia qui, il cuore rimane lì di continuo». E con quel « lì » così affettuoso e nostalgico intendeva dire « a Genova », nella sua città tanto amata. Cristoforo Colombo era genovese, e viveva da anni lontano dalla patria: possiamo quindi capire la sua commovente nostalgia per la sua città. Ma nessuno, una volta che l'abbia conosciuta, dimentica Genova. Essa è una città così forte, così piena di carattere e di « personalità » che non può lasciare indifferenti: o la si ama o la si detesta; ma non ci sono vie di mezzo.
UNA CITTÀ ALLUNGATA
II nome di Genova probabilmente deriva da « genu » che in latino significa « ginocchio »; e la parola vuole dare l'idea, per similitudine, dell'insenatura naturale in cui è situata la città.
Naturalmente, quando nel VII secolo avanti Cristo sorse il primo nucleo di Genova, esso fu stabilito nella parte più interna, e quindi più riparata del golfo:
la grande insenatura che doveva diventare il Golfo di Genova. Si intende che i primi fondatori, i Liguri, non potevano prevedere il suo futuro formidabile sviluppo, altrimenti avrebbero forse scelto un posto più... spazioso! Ma tant'è: Genova rimase dov'era e riuscì a espandersi lo stesso; non potendo estendersi in ogni lato, si dilatò nell'unico senso possibile, in lunghezza. Genova è di conseguenza una città allungata.
La sua disposizione si vede bene dal mare o dalle alture: Genova, città a cui manca lo spazio, deve arrampicarsi sulle colline e sui pendii dell'Appennino che la rinserrano contro il mare. Perciò la città dal mare sale gradatamente ad anfiteatro sui monti e si infiltra su per le vallette dei torrenti che scendono dai monti.
QUATTRO ASPETTI
Camminando per le sue vie, potremo notare almeno quattro suoi aspetti. Il primo è costituito dalla vecchia Genova, cioè la parte più antica della città che si trova fra Piazza Sarzano e il porto Vecchio; lì sorse la Genova primitiva, sull'altura del Colle di Sarzano e lì ci si trova a girare in un mondo favoloso di piazzette silenziose costeggiate da bassi portici, di vie strettissime dove non entra il sole e dove le case quasi si toccano: questi sono famosi « carugi » dove si affacciavano gli « scagni », gli uffici di un tempo scavati a grotta sotto i portici e chiusi da un cancelletto. Ma questa è la Genova che va scomparendo. La seconda cosa che noteremo in questa città è l'abbondanza di superbi palazzi antichi e di chiese illustri; i palazzi sono quelli dei famosi « Banchi » (come il Banco di San Giorgio) e quelli delle famiglie signorili (Palazzo Doria, Palazzo Ducale, Palazzo Cambiaso, Palazzo Spinola); tutti stupendi, eseguiti dalla metà del Duecento in avanti da insigni architetti. Le chiese antichissime sono un'altra formidabile attrattiva di Genova: le più belle sono tutte del XII, XIII e XIV secolo e nell'interno hanno celebri opere di arte. Il Duomo, dedicato a San Lorenzo, fu consacrato nel 1118: ha, nel suo tesoro, la Arca d'argento con le ceneri di San Giovanni Battista (patrono di Genova) e il Sacro Catino di cristallo verde che, secondo la leggenda, servì per l'Ultima Cena; San Matteo, la chiesa dei Doria, fu iniziata nel 1125 e ha nella cripta la tomba di Andrea Doria. E molte altre chiese sono a questo eccezionale livello. Rimanendo sempre in campo storico, ricordiamoci che in Piazza Dante si possono osservare i resti della casa del più grande genovese: Cristoforo Colombo. La terza bella caratteristica di Genova sono i quartieri signorili, i quartieri-giardino che si estendono soprattutto lungo la costa e sulle alture verso oriente. Nelle città di pianura queste belle zone non sono visibili con un colpo d'occhio, ma a Genova sì: se ci portiamo sullo stupendo corso Italia che si snoda lungo la costa verso Boccadasse, noi vedremo un immenso giardino verde che sale verso le alture cosparso di palazzi moderni, di ville e di case affacciati sul mare. Per conoscere la quarta caratteristica di Genova, occorre traversare la città verso occidente (notando, fra parentesi, il traffico di una intensità incredibile) e giungere ai quartieri occidentali: Sampierdarena, Cornigliano, Sestri. Qui tutto cambia, e potremo viaggiare per chilometri fra mura e capannoni di stabilimenti. Quella è la Genova industriale, grigia e fumosa.

Prefisso Telefonico 010

Codice amministrativo postale 16121, 16167



Home > Italia > Liguria > Genova
 
 
 


aggiornato il 17-07-2011
top