Ricerca personalizzata
 
 
 

Lazio



Inviaci il tuo report
sul Lazio CLICCA QUI

Link Lazio
www.regione.lazio.it/
www.lazioturismo.it
www.sslazio.it
www.sviluppo.lazio.it
www.meteolazio.com/

Ricette regionali
Laziali

link sponsorizati

 

uffici ice Lazio
Ufficio di Roma


 

DATI FISICI DEL LAZIO

II Lazio confina con tutte le regioni dell'Italia centrale, e cioè Toscana, Umbria, Marche, Abruzzi, Molise, e con una meridionale, la Campania. Con una punta che si insinua fra Abruzzo e Umbria giunge a soli 47 chilometri dall'Adriatico.
IL NOME - Il nome di questa regione deriva con tutta probabilità dall'aggettivo latino « latus », che significa « luogo largo ». Così i Latini chiamavano la zona alla sinistra del Tevere in cui abitavano. È curioso notare che il termine Lazio fino al 1870 non fu mai usato per distinguere il territorio che forma l'attuale regione.
I VULCANI - Attraverso quasi tutto il Lazio e parallelamente al mare si estende il complesso vulcanico più grande d'Italia. Più di 50 bocche anticamente ebbero esplosioni di formidabile potenza che aprirono ampi crateri e diffusero anche a grande distanza le ceneri eruttate. Infatti i monti e i colli vulcanici del Lazio sono formati principalmente di tufi, rocce create dalla cementazione di cenere, lapilli, sabbia proiettati durante le eruzioni. Quei monti si chiamano: Volsini (m 663), Cimini (m 1053), Sabatini (m 602) e Colli Albani (m 956); conservano ancora sulle sommità crateri larghi anche più di 10 km occupati sul fondo da laghi.
LAGO DI BOLSENA
Si trova nei monti Volsini formato da alcuni crateri contigui. È il più ampio lago craterico di Europa, il quinto lago d'Italia.
LAGO DI VICO
Occupa il fondo di una grande conca di esplosione, formata da tre crateri. È situato nei monti cimini.
LAGO DI BRACCANO
Le acque di questo lago occupano una conca craterica di forma quasi rotonda, situata nei monti Sabatini.
LAGO DI ALBANO
Si trova nei Colli Albani.
I FIUMI - L'idrografìa del Lazio è la più complicata d'Italia, perché si è formata in un territorio montuoso, di diversa origine e costituzione, continuamente modificato da eruzioni e movimenti di innalzamento e abbassamento del terreno. Per esempio, prima che sorgessero i vulcani, un grande golfo marino occupava la regione tra il monte Aimiata (Toscana) e i Lepini: il Tevere sboccava in mare poco aistante da Todi, a circa 200 km dalla foce attuale! Il Tevere è il terzo fiume d'Italia, dopo il Po e l'Adige, e il suo bacino, di kmq 17168, è il secondo d'Italia. Nasce al Poggio delle Vene, metri 1268, sul versante est del monte Fumaiolo, nell'Appennino tosco-romagnolo: poiché le vallate dell'Appennino sono parallele, il fiume è costretto a scorrere seguendo il senso dell'Appennino: solo quando giunge contro il grande vulcano laziale (Colli Albani) riesce ad aprirsi uno sbocco vèrso il mare Tirreno, in cui sfocia dopo un percorso di 405 km. I suoi affluenti più importanti, il Chiascio e la Nera, sono fuori del Lazio; nella regione, il Tevere riceve da sinistra l'Aniene (99 km), detto nel córso inferiore Teverone. Degli altri fiumi del Lazio, l'unico importante è il Liri-Garigliano (158 km) che ha le sorgenti nell'Abruzzo, vicino alta conca del lago Fucino, prosciugato nel 1875.

IL TERRENO - La campagna romana è nota per la sua fertilità. Infatti anticamente venne ricoperta in buona parte da colate laviche e depositi di tufo, provenienti dalle eruzioni dei vulcani vicini.
LA COSTA - La costa del Lazio è in buona parte bassa e pòco frastagliata. A metà della sua estensione si vede la sporgenza provocata dal delta del Tevere. Versando nel mare i detriti raccolti sull'Appennino, il Tevere fa continuamente avanzare la costa.
LAGHI COSTIERI - A sud della costa, fra Anzio e il Circeo, si trovano alcuni laghi formati, come quelli emiliani, da cordoni di sabbia litoranei (laghi di Fogliano, dei Monaci, di Caprolace, di Sabaudia); sulle coste del golfo di Terracina si trova il lago di Fondi, formatosi in una pianura alluvionale.

Economia

La principale caratteristica del Lazio è il contrasto tra Roma e il resto della regione. Lo sviluppo economico della capitale è stato determinato dalla elevata concentrazione di attività nel settore pubblico. A Roma hanno sede ambasciate, ministeri, banche, uffici dirigenziali. La città è inoltre il principale centro culturale e commerciale della regione; ogni anno attira migliaia di turisti. L'industria, concentrata intorno a Roma e in provincia di Latina, è costituita di piccole e medie imprese operanti nei settori metalmeccanico, chimico, alimentare, tessile, del legno, dell'abbigliamento e del cinema (Cinecittà). L'agricoltura da: frumento, uva da vino (Colli Albani), ortaggi e olive. L'allevamento delle pecore, concentrato prevalentemente nella regione interna della Sabina e in quella meridionale della Ciociaria, fornisce buoni quantitativi di carni e formaggi.



Home > Italia > Lazio
 
 
 


aggiornato il 17-07-2011
top