Il lago di garda storia luoghi turistici E descrizione generale



IL LAGO di Garda è il più grande dei laghi italiani. Esso giace ai piedi del versante alpino nella zona delle Prealpi, fra le province di Brescia, Verona e Trento ; su di esso si affacciano quindi tre regioni: Lombardia, Veneto e Trentino. La sua origine è alquanto complessa. Il solco che il lago occupa esisteva già prima del periodo della glaciazione quaternaria e fu prodotto da fratture e assestamenti del terreno. In seguito, appunto nell'era quaternaria, il solco fu invaso dal ghiaccio che, nella sua azione di erosione, allargò e approfondì la conca. I detriti {detti morenici), trasportati dal ghiaccio allo sbocco delle valli, formarono le fertili colline del Garda.

IL NOME
II Lago di Garda anticamente si chiamava « Benacus », forse dal nome della città di Benaco (che sorgeva dov'è ora Toscolano), andata distrutta durante un tremendo terremoto nel ter zo secolo avanti Cristo. Quando Carlo Magno elevò la cittadina di Garda (posta sulla sponda orientale) a contea con giurisdizione su tutto il lago, il nome di Benaco cominciò ad essere sostituito con quello di « Lago della città di Garda » che, poi, divenne definitivo.

CENNI STORICI
Fin dalla preistoria, la regione del Lago di Garda venne abitata dall'uomo. Dapprima egli trovò ricovero nelle caverne che i ghiacciai avevano scavato e che poi avevano lasciate scoperte ritirandosi ; in un secondo tempo, alcuni gruppi costruirono i primi villaggi su palafitte. Molte tracce di abitazioni su palafitte si sono trovate infatti nella zona del Garda ; una delle più importanti è quella detta Pulada, fra Desenzano e Lonato. Il nome di quei primi abitatori ci è ignoto ; i primi nomi sicuri sono quelli dei Veneti e degli Etruschi, gli uni sulla sponda orientale, gli altri su quella occidentale. Si succedettero poi Liguri ed Euganei, Reti, Galli e Romani.
La regione venne in seguito occupata da popoli barbari, Ostrogoti, Longobardi e Franchi, e seguì quindi gli avvenimenti storici dell'Italia settentrionale.
Nel secolo XV, sulle acque del lago vennero combattute vere battaglie navali fra i Visconti di Milano e la Repubblica di Venezia. La flotta veneziana, per andare a combattere contro quella che i Visconti tenevano sul Garda, salpò da Venezia e per Legnago e Verona risalì l'Adige; indi, tratta in secco, venne caricata su « macchine » Costruite appositamente e trascinata attraverso le ultime propaggini del monte Baldo sino, a Torbole, e qui messa nel lago.
Durante le guerre del Risorgimento, la regione del Garda divenne luogo di aspri e tormentati combattimenti. Con la pace di Vienna del 1866 anche la sponda orientale diventò italiana, ma il Trentino con Riva e Torbole (la zona settentrionale del lago) restò all'Austria. Solo dopo la prima guerra mondiale tutto il lago ritornò interamente sotto la bandiera italiana.

BELLEZZE DEL LAGO
Le sue coste sono arricchite da pittoreschi borghi e cittadine. I più famosi sono :
DESENZANO
Il centro storico, da sul lago con un pittoresco porticciolo, è sovrastato dalla mole di un castello medievale, ora occupato da laboratori e magazzini; nella zona a nord del duomo (secc. XVI-XVIII) si possono visitare i ruderi di una Villa romana, decorata con preziosi mosaici colorati, del sec. IV.
SALO'
Proprio Venezia ha lasciato nel centro le maggiori testimonianze artistiche: tra queste spiccano il palazzo della Magnifica Patria (1524), il palazzo Fantoni (con facciata del ‘400) e il duomo, costruito in forme tardogotiche alla fine del ‘400; la facciata, incompiuta, ha un bel portale rinascimentale. All'interno è conservata una Madonna e Santi del Romanino; sull’altare un grande polittico su tavola, gotico (1476-1510).
GARDONE
Qui, sul poggio di Gardone di Sopra, ha vissuto per quasi vent’anni (dal 1921 alla morte, nel 1938) Gabriele D’Annunzio, in quel bizzarro complesso che ha preso il nome di Vittoriale degli Italiani. La villa, immersa in un grande parco, è circondata da altri edifici, come un teatro all’aperto, un Auditorium e la palazzina dello Schifamondo, tutti stracolmi non solo di cimeli dannunziani, ma di opere d’arte, libri antichi, oggetti rari e preziosi: uno specchio fedele della personalità del poeta, e dei gusti di un’epoca.
Altre località sulla costa occidentale sono: Gargnano, Campione, Limone, Riva del Garda
SIRMIONE
Secondo la tradizione, la villa romana nota con il nome di Grotte di Catullo, posta tra gli olivi e i cipressi all’estremità della penisola, apparteneva proprio al poeta: la grande costruzione di età imperiale era disposta intorno a un portico coperto, e presentava ricchi pavimenti in mosaico e alcuni affreschi. Il nucleo di Sirmione, invece, risale al periodo medievale: chi vuole entrare in paese deve passare a fianco della Rocca Scaligera, un castello che sembra sorgere dalle acque del lago, costruito nel sec. XIII da Mastino della Scala: qui ha vissuto anche Dante Alighieri. Sono interessanti, infine, la chiesa di S. Maria Maggiore (sec. XV) e la chiesetta romanica di S. Pietro in Mavino (sec. XI, ampliata nel XIV), con affreschi dei secc. XIII-XIV.
GARDA
Parte delle antiche mura, costruite nel Medioevo, sono ancora visibili nel centro del paese, sorge infine, alta sul lago, la piccola e suggestiva chiesa di S. Vigilio.
Altre località sulla costa orientale sono: San Vigilio, Malcesine, Torbole. Il lago gode di un clima mediterraneo.
Le montagne che lo circondano lo proteggono infatti dai venti freddi e la stessa massa d'acqua esercita il suo benefico influsso, tanto che ben difficilmente anche durante l'inverno la temperatura scende al disotto dello zero.

I VENTI
Sul lago spirano venti periodici di valle e di monte. Il Sover o Suer (vento di sopra) spira da nord a sud per tutto il mattino. Talvolta, in seguito ad un rapido abbassarsi della temperatura, aumenta la sua forza e da al lago un aspetto véramente terribile.
L'Ora (aura) o Vento di mezzogiorno spira invece nel pomeriggio con direzione sud-nord; è noto e gradito in tutti i paesi del lago per essere fresco d'estate e tiepido d'inverno. Altri venti sono: l'Ander che viene da ovest sud-ovest, quasi sempre impetuoso; la Vinezza o Vicentina proveniente da sud-est, vento umido che porta il maltempo.


IL LAGO DI GARDA

Home > Italia > Laghi italiani > Il lago di Garda
 
 

aggiornato il 15-04-2012
top