Ricerca personalizzata
 
 
 

basilicata



Hotel e agriturismo in Basilicata
hotel.italiaabc.it/
www. hotel benessere.it
www. hotelbasilicata .it
www. basilicatahotels .it
www. agriturismo .it
agriturismobasilicata .it/
agriturismo -on-line.com
www.tempabianca.com

Link Basilicata
www. basilicata net.it
www.apt basilicata .it/
vacanzein basilicata .it
www.unibas.it/
www. basilicata .cc/
www.in basilicata .org
basilicata .istruzione

Siti Unesco
I sassi di Matera

Ricette regionali
della Basilicata

 

uffici ice Basilicata
Ufficio di Bari competente per la Basilicata

Quotidiani online della Basilicata
quotidianodellabasilicata


 

STORIA DELLA BASILICATA | LUOGHI TURISTICI

DATI FISICI DELLA BASILICATA

LA POSIZIONE
La Basilicata è una delle tre regioni (con Puglia e Calabria) più meridionali dell' Italia; oltre che con la Puglia e la Calabria, essa confina con la Campania. Si affaccia per circa 20 chilometri sul Mar Tirreno e per circa 40 sullo Ionio.
LA CONFORMAZIONE DEL TERRENO
Il territorio della Basilicata è occupato per metà da montagne, anche le colline talvolta sono abbastanza alte con un aspetto di «quasi montagne»; possiamo concludere perciò che la Basilicata è una delle regioni più montuose e più aspre d'Italia.
I MONTI
I monti della Basilicata sono quelli dell'ultima parte dell'Appennino meridionale (considerando a sé il sistema calabro-siculo, che ha caratteristiche proprie). Sono montagne in generale severe, boscose, suggestive ; scendono con vallate parallele, verso il Golfo di Taranto. Esse hanno due complessi montuosi interessanti: il Vùlture e il Pollino.
II Vùlture, vulcano spento
Nell'epoca quaternaria, qualche centinaio di migliaia d'anni or sono, il Vùlture era un vulcano attivissimo, che faceva giungere i suoi materiali eruttivi fino a 25 chilometri di distanza. Esso era l'unico vulcano del versante orientale degli Appennini. Poi, in epoca preistorica, esso si spense : da numerose sorgenti che si aprirono in fondo al cratere uscì acqua che a poco a poco riempì la cavità, formando due laghi, mentre la montagna si coprì di estese, foreste. Così,oggi, il Vùlture è un verde massiccio nel cui centro, a 650 metri di altitudine, si trovano il Lago Piccolo e il Lago Grande di Monticchio; specialmente il secondo, stretto da foltissime foreste, forma uno dei paesaggi più belli e pittoreschi dell'Italia meridionale.
Il massiccio del Pollino
Verso sud, ai confini con la montuosissima Calabria, le cime appenniniche salgono verso le massime elevazioni della Basilicata. Qui si trova il massiccio del Pollino, poderoso baluardo che « chiude », quasi isola la Calabria. Le due cime principali sono il Monte Pollino (m 2 248), la cui vetta si trova in territorio calabro (per duecento metri) e la Serra Dolcedorme (m 2 271), anch'essa in Calabria. Rimarie in territorio lucano la Serra del Prete, di 2 186 metri.
LE PIANURE
La grande pianura, diciamo così, della Basilicata si chiama « Piana di Metaponto ». Tutta la fascia costiera ionica per una lunghezza di circa 40 chilometri e una larghezza di 10-15 è una pianura, creata soprattutto dalle alluvioni dei fiumi. Le pianure alluvionali sono piuttosto fertili, e così è per questa, che prende nome dall'antichissima colonia greca di Metaponto.

Economia

L'insufficienza di strade e ferrovie, il terreno montuoso, l'aridità del suolo e le numerose frane spiegano le difficoltà dell'economia. I contadini che coltivano faticosamente frumento, orzo, avena e vite. Il terreno è più fertile lungo la costa ionica dove si producono ortaggi e agrumi. L'industria, tradizionalmente basata sulla trasformazione dei prodotti agricoli e dell'allevamento, conta oggi imprese operanti nei settori chimico, meccanico, edile e tessile. Dal sottosuolo sì ricavano gas naturale e petrolio.



Home > Italia > Basilicata
 
 
 


aggiornato il 29-01-2012
top