Home > Europa > Budapest > Ungheria

Ungheria dati generali

Fuso orario

Stessa ora dell' Italia

Indirizzi internet

.hu

Ordinamento

Repubblica parlamentare

Città Principali

Debrecen, Gyor, Pecs, Szeged, Miskolc.

SuperficIe

90.030 km² 

popolazione

10.000.000 abitanti circa

religioni

Cattolica, protestante.

densità

111,0 ab./ km² 

 

Aspetti territorio Ungheria

L'Ungheria è un paese dell'Europa dell'est, e confina con: Austria, Slovacchia, Ucraina, Romania, Croazia, Serbia, Slovenia. Il territorio Ungherese non ha sbocchi al mare.
IL «FELFÒLD» (paese alto)
Sebbene l'Ungheria sia considerata un paese di pianura, tuttavia una piccola parte del suo territorio è montuosa. Si tratta della zòna ai piedi dei Monti Metalliferi, alla quale gli Ungheresi hanno dato il nome di « felfòld ». I monti più elevati di questa zona appartengono al massiccio dei Màtra: qui infatti si trova il monte Kékes (m 1014), la cima più alta d'Ungheria.
Secondo per altitudine si può certamente considerare il massiccio dei Bukk, che raggiunge l'altezza massima di 957 metri. Il meno elevato è invece il gruppo montuoso dell'Hegyalja, il quale non supera gli 800 metri di altitudine.
L ' « A L F Ó L D » (paese basso)
Così è chiamata la vasta zona di pianura, che occupa quasi interamente il territorio ungherese.
La Selva Bacònia (massima altitudine 713 metri) divide la pianura in due parti. A occidente si trova il « Piccolo Alfold » e a oriente il « Grande Alfòld ». La pianura del « Piccolo Alfòld » è interrotta da alcune groppe collinari: Monte Pilis (m 757), Massiccio dei Mecsek (m 682) e Monti Vértes (m 481). Questa parte di pianura, formata dalle alluvioni del Danubio e dei suoi affluenti, è la zona più fertile del territorio ungherese. Il « Grande Alfòld » (kmq 50 000) occupa più della metà del territorio ungherese. L'aspetto uniforme e monotono di questa zona è interrotto soltanto da dune che raggiungono al massimo 30 metri di altitudine. Anticamente, il « Grande Alfòld » era una sconfinata steppa arida; ora, grazie alle opere di irrigazione, molta parte di questo territorio si è trasformata in terreno adatto alle coltivazioni.
Quelle zone del « Grande Aifòld » che sono rimaste ancora incolte costituiscono la « puszta ». in lingua ungherese « puszta » significa solitudine o deserto. Non si poteva scegliere parola più adatta per definire questa caratteristica zona del territorio ungherese. Ecco la descrizione che ne fa uno scrittore: « ... nessuna strada o sentiero solca la puszta, solo delle carreggiate indicano qua e là il luogo dove di solito si passa. Di tratto in tratto, ecco un pozzo o uno scavo che serve da abbeveratoio ».
L'Ungheria non è ricca di laghi, ma in compenso ne ha uno assai esteso: il Bàlaton (superficie kmq 590).
Le sue acque, leggermente salate, sono molto ricche di pesci. Il Bàlaton è in comunicazione col Danubio per mezzo di un canale navigabile.
Gli altri pochi laghi dell'Ungheria sono di dimensioni assai più piccole. Il Lago di Velenceitó è molto rinomato per le sue acque radioattive, particolarmente adatte per la cura dell'artrite e del reumatismo.
il Danubio, che in lingua ungherese è chiamato Duna, attraversa il territorio ungherese per 439 chilometri. Oltre ad avere una grandissima importanza per l'irrigazione, il Danubio rappresenta per l'Ungheria un'ottima via di comunicazione. Esso è infatti navigabile per tutto il suo percorso. Il secondò fiume, per importanza, è il Tibisco, che attraversa il
paese da nord a sud. Durante lo scioglimento delle nevi, sia il Danubio che il Tibisco vanno soggetti a piene improvvise e spesso devastatrici.
Prevale il clima continentale, con forti escursioni stagionali e precipitazioni scarse, specie in estate. Tra la vegetazione, dominano le praterie e le steppe, mentre le foreste sono limitate ai rilievi. La puszta danubiana, tipica pianura steppica ungherese, occupa attualmente solo aree limitate dell’Alföld (Hortobágy, Bugac); altrove è stata ampiamente sostituita dalle colture agricole.

Home > Europa > Budapest > Ungheria

 
 
aggiornato il 5-07-2011