Home > Asia > Pechino > Cina

Cina dati generali

Fuso orario

7 ore in più dell' Italia

Indirizzi internet

.cn

Ordinamento

Repubblica popolare

Città Principali

Shanghai, Tianjin, Shenyang, Canton, Chongqing, Xian, Nanchino, Hong Kong (Xianggang), Harbin, Shantou.

SuperficIe

9.596.961 km² 

popolazione

1.315.000.000 abitanti circa

religioni

Buddista Taoista cattolica mussulmana.

densità

137,0 ab./ km² 

 

Clima e aspetti del territorio della Cina

La Cina è una nazione dell'Asia orientale, e confina con: Afghanistan, Kirghisistan, Tagikistan, Pakistan, Bhutan, Corea del nord, Russia, Mongolia, India, Nepal, Myanmar, Kazakistan, Laos, Vietnam. Le sue coste sono Bagnate del Mar giallo e dal mar cinese orientale a nord, e dal mar cinese meridionale a sud.
La Cina, che da sola occupa l'intera Asia centrale e presenta le stesse dimensioni dell'Europa, si può suddividere in Cina orientale, comunemente definita "Cina propria", e Cina occidentale, detta "Cina esterna".
LA STRUTTURA GENERALE
la Cina è un immenso territorio per la maggior parte montuoso. I suoi confini infatti sono segnati su tre lati (Sud, Nord e Ovest) da poderose montagne e su un altro (Est) dalle acque dell'Oceano Pacifico. Le pianure, sono situate tutte nella parte orientale del paese.
LE CATENE MONTUOSE PIÙ ALTE DEL MONDO
La grande catena di monti situata nella parte sud-occidentale della Cina è formata dalle montagne più alte del mondo. Le catene montuose di questa zona sono Karakorum in cui si trova il K 2, l'Himalaya (cui appartiene l'Everest la cima più elevata del mondo), la Transhimalaya e il Tibet (l'altipiano più vasto del mondo, alto fino a 5000 metri). Di altezza considerevole (dai 4000 ai 7000 metri) sono anche le catene poste a nord e a nord-ovest: gli Altai e il Tienshan (= monti celesti).
LO «SCIAMO»
« Sciamo » (mare di sabbia) è il nome che i Cinesi danno alla parte meridionale della Mongolia, occupata dal grande deserto del Gobi, la parte più inospitale della Cina con il deserto di Takla Makan nel Turchestan orientale.
I due deserti, sono assai diversi: il deserto del Turchestan è una pianura sabbiosa, sulla quale il vento accumula talvolta montagnette di sabbia alte fino a 60 metri; il Gobi invece è in buona parte pietroso. In ambedue vi è grande siccità e mancanza quasi assoluta di vegetazione e di animali.
LA «PIANURA GIALLA»
La pianura più estesa (oltre 325 000 chilometri quadrati - più dell' intera superficie dell'Italia) occupa la parte orientale della Cina propriamente detta (ossia la regione attraversata dal Fiume Azzurro, dal Fiume Giallo e dal Si-kiang). Essa è chiamata la « pianura gialla », perché è formata dai depositi alluvionali del Fiume Giallo.
II terreno assai fertile e il clima mite a causa della vicinanza dell'oceano permettono di sfruttare al massimo questa zona per le coltivazioni agricole. Meno estesa ma altrettanto fertile è la conca pianeggiante della Manciuria, tutta attorniata da catene montuose e percorsa dai fiumi Sùngari e Liào-ho.
I FIUMI
Alla Cina appartiene il fiume asiatico più lungo: lo Jang-tse-kiang ( Fiume Azzurro ). Assieme ai suoi affluenti e ai numerosi canali, esso rappresenta per la Cina un'importantissima via di comunicazione. Lungo il suo corso si trovano le città più importanti della Cina: Chungking , Nanchino, Shanghai, ecc. Altri due grandi fiumi cinesi sono l'Hoang-ho (Fiume Giallo) e il Si-kiang. Il Fiume Giallo, deve il suo nome alla particolarità di avere le acque di colore giallognolo, poiché scorre attraverso le regioni ricoperte dal loss.
L'Hoang-ho ha scarsa importanza come via di comunicazione: non può infatti essere risalito da grosse navi e, specie durante l'estate, dà luogo a spaventose inondazioni. Per arginare le sue acque i Cinesi hanno costruito poderose dighe. Assai inferiore di lunghezza è il Si-kiang , che sfocia con un ampio delta nel Mare Cinese meridionale. Anche le acque del Si-kiang straripano periodicamente provocando disastrose inondazioni.
LE COSTE
Le coste cinesi presentano due aspetti completamente diversi: a nord del Golfo di Shanghai sono basse e paludose, a sud invece sono alte e frastagliate. Queste ultime, con le loro numerose insenature, offrono alle navi ottimi ripari naturali. Venti di violenza inaudita si scatenano frequentemente sulle coste cinesi (soprattutto nella parte meridionale), provocando danni gravissimi.
Questi venti soffiano generalmente quando i monsoni cambiano di direzione. Di fronte alle coste cinesi si trova un gran numero di isole: esse sono oltre 3400 tra piccole e grandi.
CLIMA
A causa della vastità del territorio il clima è diverso da regione a regione. Si possono individuare due grandi aree, dividendo il paese con una linea immaginaria che dall'Himalaya arriva alla Mongolia orientale: a nordovest di detta linea il clima è di tipo continentale-secco, con precipitazioni decisamente scarse (200 mm annui); a sudest il clima è di tipo tropicale-umido a causa dei fenomeni monsonici e della piovosità che talvolta raggiunge i 2000 mm all'anno. Fa eccezione la Cina nordorientale, caratterizzata da un clima temperato-fresco.

Home > Asia > Pechino > Cina

 
 
aggiornato il 5-07-2011