Home > Africa > Tripoli > Libia

Libia dati generali

Fuso orario

stessa ora dell''Italia

Indirizzi internet

.ly

Ordinamento

Repubblica socialista popolare

Città Principali

Bengasi, Misurata, al-Aziziyah, Tarhunah, Homs, az-Zawiyah.

SuperficIe

1.759.540 km² 

popolazione

6.000.000 abitanti circa

religioni

mussulmana sunnita

densità

3,4 ab./ km² 

 

Aspetti fisici territorio della Libia

La Libia si trova nel nord dell'Africa, e confina con Tunisia, Algeria, Niger, Ciad, Sudan, Egitto, e le sue coste si affaciano sul mar Mediterraneo.
COSTE UNIFORME
La costa libica,che si estende per arca 2000 chilometri,è in gran parte bassa, uniforme, priva di buoni approdi. Specialmente la costa sirtica era già famosa nell'antichità perché lungo di essa la navigazione era resa difficile dal pericolo dei bassifondi. La costa cirenaica è interrotta da brevi sporgenze e da un'unica profonda baia, quella di Tobruch, considerata uno dei migliori approdi di cui possa disporre l'Africa settentrionale.
IL RILIEVO
In Libia non vi sono alte montagne; esiste un unico esteso tavolato che s'interrompe prima della costa a minore o a maggiore distanza dal Mediterraneo. Verso il litorale il tavolato si eleva sempre più e quindi scende rapidamente sulla pianura costiera. Per questo, giungendo dal mare sia verso la Tripolitania che verso la Cirenaica, il ripido orlo dell'altipiano da l'impressione di una catena di montagne. Queste zone elevate dell'altipiano costiero sono chiamate Gebel che significa monte. Il Gebel tripolino si eleva sino a m 900 ed è profondamente inciso da torrenti incassati che si estinguono prima di giungere nella pianura, la cosiddetta Gefara.
A est del Gebel tripolino si estende la pianura sirtica, molto estesa perché l'orlo del tavolato si trova molto all'interno. Il paesaggio è desolato e arido. Lungo la costa si stendono dune sabbiose, dietro alle quali vi sono lagune e acquitrini salati. Notevole è la sebeha (palude) di Tauorga,lunga circa 120 chilometri e larga in media tre. A est della Sirte si stende il Gebel cirenaico. Esso si eleva sino a 800-900 metri e scende verso il mare con enormi ripiani o terrazzi che giungono molto vicini alla costa. La zona è discretamente coltivata e presenta numerose oasi. Le regioni a sud dei Gebel sono in gran parte steppose e confinano col deserto vero e proprio.
FIUMI SOTTERRANI
Le linee serpeggianti che possiamo vedere sulla carta della Libia, indicano il percorso di fiumi che non esistono. Spieghiamoci meglio. In un tempo molto lontano la Libia godeva di un clima molto meno arido; molti fiumi ricchi d'acqua scorrevano sul suo suolo scavandosi il proprio letto. A poco a poco il clima si fece sempre più arido ed i fiumi non vennero più alimentati; sono rimasti allora soltanto i solchi profondi scavati dall'acqua, ma ormai asciutti; essi vengono percorsi per brevi periodi da scarsa acqua che non raggiunge però mai il mare. Questi « fiumi » si chiamano uidiàn (singolare: uadi). Esistono brevissimi fiumi perenni nel Gebel: il Megenìn che bagna l'oasi di Tripoli e il Derna che bagna la città omonima. Una circolazione di acque più ricca è quella sotterranea, dato che il suolo calcareo si lascia corrodere e quindi percorrere da acque di provenienza lontana. Lungo una grande fascia costiera esistono acque sotterranee che da profondità di 100 e più metri si alzano sempre più vicine alla superficie man mano che essa degrada verso il mare. I pozzi più facilmente sfruttabili sono appunto quelli che si trovano in vicinanza della costa.
IL CLIMA
Le condizioni climatiche sono marcatamente desertiche (piogge estremamente limitate, forti escursioni termiche diurne, venti caldi e secchi meridionali), e la vegetazione è praticamente assente. Numerose sono tuttavia le oasi, per l’affiorare, soprattutto nel Fezzan, di falde acquifere.

 

Home > Africa > Tripoli > Libia
 
 
aggiornato il 4-08-2011